Sleepy Hollow – 2×03 Root of All Evil – by R.

Più introspezione e meno azione in questo episodio di Sleepy Hollow, giocato sulle contrapposizioni emotive di tutti i personaggi, in barba ai combattimenti tra Cavalieri. Tutto ruota intorno ad una magica moneta (nientemeno che uno dei denari d’argento di Giuda), che spinge al tradimento, o meglio fa emergere quell’oscurità che è dentro ognuno di noi, anche se nascosta in profondità.

The Walking Dead – 5×07 Crossed – by R.

Dopo 3 episodi incentrati su pochi personaggi, The Walking Dead riprende le fila di tutte le storyline in gioco, mostrandoci un po’ di tutti, anche di quelli di cui avrei fatto volentieri a meno, ossia il ribattezzato GREATM. In una dispersione dei personaggi che ricorda quella del post-prigione (togliendo il magone di quel periodo) tenere il passo con ognuno già non è semplice, perché tediarci con le inutili scene di Glenn&Co.?

Sleepy Hollow – 2×02 The Kindred – by R.

Il piccolo Jeremy Crane ce lo aveva insegnato: se non puoi combattere da solo, creati un amico mostro che lo faccia per te; e la sua versione adulta replica la storia con quella sorta di avatar a cavallo. Ma ora anche il papà si fa il suo mostro personale, il “Kindred”, un ammasso di cadaveri con la testa del Cavaliere senza testa, l’unico essere in grado di contrastare quest’ultimo.

Sleepy Hollow – 2×01 This Is War (Season Premiere) – by R.

Il finale della scorsa stagione era stato bellissimo, con quei dieci minuti finali che rivelavano una verità inaspettata e sconvolgente: Henry non solo è il Cavaliere della Guerra, ma è il figlio di Ichabod e Katrina. Personalmente avevo avuto qualche dubbio sulla lealtà del Sin Eater, ma mi era passato in fretta (anche perché era il mio preferito) e comunque mai mi era venuto in mente che potesse essere il piccolo Jeremy Crane.

The Walking Dead – 5×06 Consumed – by R.

Carol è la protagonista assoluta di questo sesto episodio; abbiamo già avuto modo più volte di sottolineare la sua incredibile evoluzione, ma stavolta è lei stessa ad ammettere che la donna conosciuta nella prima stagione non esiste più, è bruciata; così come è bruciata quella vera se stessa che aveva avuto modo di diventare alla prigione.