Dynasty – 1×01 I Hardly Recognized You – Recensione by R.

Amanti del trash fatevi sotto! È arrivato Dynasty!

O meglio, è tornato. Reboot della storica omonima soap opera andata in onda negli anni 80 – chi non ha sentito nominare almeno una volta la famigerata Alexis di Joan Collins da mamme e nonne? – la serie vede tra i suoi produttori Josh Schwartz, già padre di The OC e autore di Gossip Girl.

Vi manca girovagare tra le mega ville di Orange County e Beverly Hills, tra gli attici dell’Upper East Side di Manhattan e i ranch del Texas? State affogando nelle lacrime dovute ai troppi drama seguiti? I 15 minuti quotidiani di Beautiful sono troppo pochi (ovvio che lo siano)? E allora non vi resta che buttarvi nel mondo delle dinastie, più precisamente della dinastia dei Carrington di Atlanta, magnati dell’energia.

L’introduzione con il riferimento alle dinastie Trump e Kardashian è sufficiente a far salire l’acquolina, ma in pochi minuti tutto ciò che si dipana dinanzi a noi promette grandi cose.

Fallon Carrington (Elizabeth Gillies) è un’agguerrita rampolla che aspira ad essere la perfetta erede del padre Blake (interpretato da Grant Shaw, il Jake di Melrose Place), ma la sua giustificata ambizione ha un brutto arresto quando l’uomo annuncia il fidanzamento con Cristal Flores (Nathalie Kelley), sua dipendente. Il piano di Fallon per separare i due promessi le si ritorce ovviamente contro e Blake e Cristal convolano a nozze, non prima di un catfight tra figlia e matrigna, ma anticipando di poco una tragedia. Matthew, ex di Cristal, muore infatti svolgendo l’ultimo lavoro per l’azienda dei Carrington. A prestare il volto al dolce e sfortunato (non solo viene mollato per il riccone di turno, ha pure una moglie affetta da una grave malattia) ex della nuova signora Carrington è Nick Wechsler, il Jack Porter di Revenge, nonché il Kyle di Roswell – ci tengo a ricordarlo dato che ingiustamente la serie è impossibile da trovare su qualunque piattaforma on demand. Il fatto che muoia entro i primi quaranta minuti conferma la mia solita sfortuna.

Se Fallon è intelligente, furba e ambiziosa, Cristal al momento appare buona e gentile, ma le insinuazioni del nipote Sammy Jo e del maggiordomo Joseph Anders lasciano presagire altrimenti. A suscitare immediata e inevitabile antipatia è Blake Carrington che per i suoi interessi appare disposto a passare sopra chiunque e a sfruttare in ogni modo i propri figli. Ad ora la maggior contrapposizione è quella col figlio Steven (James Mackay), che a differenza del medesimo personaggio nella serie originale, si scontra con il padre non per la propria omosessualità, bensì per il suo essere liberale. A colpire di Steven è sia la sua simpatia per Cristal sia il fatto che è talmente ricco, da non accorgersi nemmeno di essere stato derubato da Sammy Jo. Ah beati ereditieri!

L’apice della prima puntata viene raggiunto con il catfight tra Fallon e Cristal, scoppiato non tanto per l’imminente matrimonio, quanto per la nomina della matrigna a nuovo CEO della Carrington, ossia il posto che Fallon dava per scontato spettasse a lei. Ma la giovane non si dà per vinta e sfida il padre sul campo degli affari, diventando partner del rivale di quest’ultimo, Jeff Colby. Le mire di Jeff non sono però solo finanziarie e proprio qui potrebbero sorgere i primi guai per la ragazza; lo chauffeur Michael, con cui intrattiene una liaison e che non si è risparmiata dall’usare per colpire Cristal, non pare infatti disposto a condividerla.

Quando ha aperto il portone di casa Carrington ho pensato che potesse essere il vero patriarca, il padre di Blake, invece Alan Dale interpreta il maggiordomo! Era Re in Once Upon A Time, riccone cattivo in Lost e The OC e ora è finito tra la servitù! Legge del contrappasso televisivo? Non esattamente, perché da quel poco che si può vedere, Joseph è tutt’altro che un maggiordomo pacato e gentile: autoritario, informato e deciso, Joseph ha già chiarito che sebbene se ne stia dietro le quinte, è proprio lì che vengono tirati i fili che tutto guidano.

Amore, soldi e intrighi, questi gli ingredienti che traboccano sin dalla première, preparandoci ad una serie divertente, senza troppe pretese, che schiaccia l’occhio alle soap opera che hanno fatto la storia della televisione. Avete già la vostra preferita tra Fallon e Cristal?

Voto all’episodio: ♥♥♥ 1/2 – Catfight al primo episodio, come si può dire di no a questo show??!

 

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *