Grey’s Anatomy – 10×23 Everything I Try To Do, Nothing Seems To Turn Out Right – by S.

Schermata 2014-05-11 alle 22.41.22

Una puntata emotivamente meno impegnativa delle precedenti, per darci modo di prepararci al gran finale della prossima settimana; nonostante questo, gli ultimi secondi ci hanno riservato un imprevisto colpo di scena, giusto per non adagiarci troppo sugli allori.

La proposta di trasferimento di Derek mi lascia quanto meno perplessa: pur essendo la logica conclusione di tutta la sua inutile storyline con il Presidente, è appunto una cosa inutile. E se la partenza di Cristina e il nuovo lavoro di Alex sembrano spianare la strada per un nuovo capitolo anche nella vita di Meredith, siamo comunque abbastanza certi che per un motivo o per l’altro resteranno a Seattle (non siamo mica a Glee, con i personaggi sparsi per l’America e delle trame campate per aria). Non bisogna tralasciare, del resto, che Meredith si trova ad un punto della sua vita diverso da tutti gli altri: Alex sta cercando una certa stabilità, economica ed affettiva, Cristina ha bisogno di un nuovo inizio, mentre Meredith ha già raggiunto questi traguardi, quella vita perfetta che credeva irraggiungibile; per rendere lei e Derek più interessanti è necessario che facciano cose nuove ed interessanti, qualcosa che vada oltre quello che abbiamo visto finora, e un cambio di città non mi sembra la soluzione. Per non parlare di Amelia: ho già espresso l’opinione della co-autrice del blog in proposito, opinione che condivido, quindi per quanto Amelia sembri simpatica i suoi precedenti sono molto difficili da perdonare, non amerei vederla prendere il posto di suo fratello.

Alex, invece, è sempre il solito e combina casini, non credo si meritasse l’aiuto di Arizona; mi auguro che torni sui suoi passi e lasci la clinica privata, altrimenti sarà difficile seguirlo fuori dal Grey Sloan Memorial senza sacrificare la buona riuscita della serie in generale, che fa proprio dell’ospedale il centro di tutti gli avvenimenti, come fosse un altro protagonista (vedi il precedente riferimento a Glee).

Non apprezzo nemmeno la piega che sta prendendo il personaggio di Owen, trasformato da uomo innamorato con una certa dignità a zerbino di Cristina; non si può nemmeno dire che sia lei a provocarlo, è lui che spontaneamente rinuncia a farsi una vita (per esempio come quando ha lasciato Emma senza però fare alcun passo avanti con Cristina) e accetta di farsi prendere e lasciare dall’ex moglie fino a quando avrà la possibilità di farlo. Sono sempre stata una shipper di Cristina e Owen, ma si arriva ad un punto in cui bisogna dire basta. Anche per noi spettatori è una sofferenza assistere a questi baci già sapendo che il lieto fine è precluso, mi sembra quasi una cattiveria gratuita.

Nessuno sentirà, invece, la mancanza di Leah (e non mi esprimo sulla paziente che le è toccata in sorte questa settimana) nè del bambino bolla e dei suoi insopportabili genitori che ostacolano il progresso della scienza medica: il figlio sta bene, finitela di lamentarvi. Un po’ monotone anche Callie e Arizona: i personaggi appaiono un po’ appiattiti dalle continue questioni personali da affrontare, facendo passare in secondo piano la vita professionale, mentre in passato avevano saputo trovare un maggiore equilibrio tra i due aspetti. Lo stesso dicasi per April e Jackson, ma del resto non tutti possono trovare spazio in ogni episodio, ed è normale il saltuario sacrificio di qualche storyline per permettere alle principali di svilupparsi a dovere.

Considerando che siamo ormai a ridosso del finale, di cui Cristina sarà la sola grande protagonista, e che per tradizione i finali di Grey’s Anatomy offrono scenari apocalittici e catastrofici, non prevedo ulteriori particolari sviluppi per gli altri personaggi, se non per Meredith. Il pensiero di quattro mesi senza il Grey Sloan Memorial mi provoca già somma tristezza, non possiamo fare altro che metterci comodi e goderci il finale, preparandoci ad un commovente addio.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *