Grey’s Anatomy – 11×02 Puzzle With a Piece Missing – by S.

maggie1102

Al secondo episodio della stagione, Grey’s Anatomy propone già una puntata Maggie-centrica, permettendoci di familiarizzare con il personaggio e conoscerne il background molto rapidamente, così che si possa subito entrare nel vivo. Ed è esattamente quello che succede nel finale.

Questa giornata nella vita di Maggie Pierce non è una giornata facile, e non è facile nemmeno capire se è simpatica o odiosa. Le prime scene ne danno un’immagine abbastanza positiva: il discorso sul “bring the thunder” a Jo è una grande verità, e le due sembrano andare piuttosto d’accordo. Purtroppo da qui in poi Maggie non ne combina una giusta: causa il licenziamento di Alex, insulta Jackson, litiga pretestuosamente con Meredith per essere intervenuta sulla sua paziente; Meredith non si fa scappare l’occasione per farla sentire esclusa e poco benvenuta, dicendole “it doesn’t work like this here”, ma ha ragione ed Owen lo sottolinea a sua volta. Con Callie e Arizona non c’è sintonia, con la Bailey c’è soltanto perchè si esalta con la mappatura del genoma, l’unica con cui sembra legare è Amelia, ossia quella che era l’ultima arrivata prima di lei (e l’unica che conosce l’identità del suo padre biologico). Ha dei modi gentili, ma c’è qualcosa in lei che non convince, che la fa sembrare un po’ troppo piena di sè: lo sfogo avuto con Jo, per esempio, era assolutamente inutile, dovrebbe almeno aspettare di avere la dovuta confidenza con tutti prima di mettersi a fare gossip come se fosse lì da sempre, non può incolpare gli altri. Non ho apprezzato nemmeno i continui riferimenti a Cristina: se trovare una risposta per la famiglia dei suoi ex pazienti è stata una buona cosa, che le fa guadagnare la simpatia di Owen, sottolineare che “she did what Yang couldn’t do” non è carino, nonostante la precisazione che per Cristina era tecnicamente impossibile farlo. Non è carino perchè Cristina è stata il nostro dio cardiochirurgo per dieci anni e questa qui è appena arrivata, potrebbe tenere le distanza almeno per un po’.

mer1102

Ovviamente il rapporto più complesso è quello con Meredith, che Maggie, per sua stessa ammissione, si sta sforzando di odiare; non sono andate d’accordo il primo giorno e quindi non le vuole più parlare? Nonostante dica di essersi trasferita da Boston a Seattle solo per lavoro, sappiamo tutti benissimo che non è così: non può accettare di avere una sorella soltanto se la sorella corrisponde all’immagine che lei se ne era creata nella mente. Sembra la reazione di una persona abituata ad avere tutto facile e tutto pronto, a suo agio solo nel suo mondo perfetto ed ovattato. Ed è questo l’elemento che stona: Maggie è una persona normale, discretamente felice, in ottimi rapporti con la sua famiglia (da cui riceve imbarazzanti regali che lei, comunque, apprezza), senza drammi e senza paranoie; al Grey Sloan Memorial è una cosa mai vista. Meredith è “dark and twisty”, qui le dinamiche familiari sono sempre fonte di epocali litigi, ma Maggie è tutto l’opposto. Ed infatti, quando le due trovano un piccolo terreno in comune dopo la morte della paziente, Maggie sbaglia tutto di nuovo con la rivelazione finale sulla loro parentela: a parte il fatto che, anche in Grey’s Anatomy, certe notizie non dovrebbero darsi così, esattamente cosa pensava di sentirsi dire? Da quel poco che ha visto di Meredith si aspettava che le buttasse le braccia al collo e la invitasse a cena per parlare della loro infanzia? Forse lei se lo aspettava, ma non era una prospettiva realistica; pensavo che Meredith rispondesse con un “seriously?” ma, dando per scontato che Maggie stia mentendo, è ancora più pragmatica e categorica; ci ha messo una vita per trovare un equilibrio nella sua storia familiare ed ha appena scampato una crisi matrimoniale, quel “what do you want?” è sia un’accusa a Maggie sia un’istintiva reazione di protezione di ciò che, con tanta fatica, ha ottenuto. Ma la realtà non si può ignorare: anche se Meredith non ha tutti i torti dicendo che se, se sua mamma fosse stata incinta, se lo ricorderebbe, già sappiamo che così non è. A questo punto, oltre a chiederci perchè nessuno sappia della gravidanza di Ellis, ci chiediamo anche: perchè Maggie è il primario di cardiochirurgua se ha 5 anni meno di Meredith? Cinque! Cos’è, un piccolo genio? Proprio per farcela stare più simpatica!

Le altre storyline rimangono sullo sfondo ma sono comunque abbozzate, in modo da poter comodamente riprendere la narrazione dalla prossima settimana senza che l’episodio dedicato a Maggie sembri aver fermato il tempo nelle vite degli altri. E il tempo non si è certamente fermato per Webber: prima o poi Meredith dovrà prendere in considerazione le parole di Maggie, quanto ci metterà ad unire i puntini o, almeno, a sospettare qualcosa, lei che conosce la storia di Ellis e Richard? Per uno show giunto all’undicesima stagione, c’è parecchia carne al fuoco, ed è esattamente quello che i suoi fan amano di più: can’t wait for more drama!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *