Grey’s Anatomy – 11×10 The Bed’s Too Big Without You – by S.

Schermata 2015-02-09 alle 00.15.56

Questo episodio di Grey’s Anatomy è probabilmente uno dei pochi che si ricorda più per il caso medico affrontato che per le vicende personali dei protagonisti; beh, quasi, dimenticavo la crisi isterica di April.

Non che si possa rimproverare nulla alla povera Kepner: con la madre e il marito che cercano ognuno di convincerla delle proprie ragioni, un lieve esaurimento era il minimo che ci si potesse aspettare. Ma se nello scorso episodio, al momento dello shock iniziale, lei stessa aveva per un momento messo in dubbio la sua fede, non riuscendo a capire il perchè di questa sciagura, adesso mostra i sintomi tipici della fede sopra ogni cosa: forse è meno estremista della madre, ma comunque mentre Jackson le parla di aborto lei già replica che c’è una ragione se Dio ha dato loro proprio quel bambino… forse Dio tifava per la coppia April-Matthew!

Schermata 2015-02-09 alle 00.18.23

Meredith, invece, a un anno di distanza finalmente usa la sua stampante 3D per stampare qualcosa di più utile di una forchetta, e mai nella storia dell’umanità un tumore è stato così divertente. È stato anche l’occasione per rafforzare il legame di Meredith con tutte le sorelle e sorelle acquisite che ha intorno; e così come il primo passo verso la nuova sorellastra fu quello di condividere con lei gli appunti di lavoro della madre, anche in questo caso è dalla chirurgia che nasce l’occasione per le confidenze con Amelia e Maggie, utili anche per scoprire qualcosa in più su di loro e sulla loro vita. Per esempio, l’osservazione di Maggie “I might be too good at being alone” spiana la strada alla sua prima relazione made in Shondaland, che del resto è già stata annunciata da autori e produttori. Potrebbe essere una boccata d’aria fresca vederla in questa nuova veste: abituati come siamo a personaggi dark and twisty, una ragazza semplicemente un po’ solitaria sarà una passeggiata!

Schermata 2015-02-09 alle 00.19.19

Anche la Herman, dopo tanto penare, questa volta ha suscitato un po’ di simpatia: si sapeva che saremmo arrivati a questo punto, ma ogni volta che si intravedeva uno spiraglio di umanità lei si preoccupava di farlo sparire il prima possibile con qualche affermazione odiosa. La convinzione di Amelia di riuscire ad operare il suo tumore è, effettivamente, a cavallo tra il geniale e il delirante, ma a questo punto spero vivamente che l’operazione vada per il meglio, anche solo per tutti quei poveri bambini sui cartoncini colorati!

L’assenza di Derek non si è sentita per niente, continuo a sostenere che un periodo di lontananza farà bene a lui, a sua moglie e anche a noi; non avrei mai pensato di dirlo ma, Derek, dobbiamo prenderci una pausa! Fattene una ragione! Meredith, poverina, si sente sola, ma del resto era questo il tema della puntata: sole sono anche Amelia, April e Maggie; e proprio la solitudine, alla fine, porta Meredith ad accogliere davvero la sorellastra nella sua vita, a conferma che ci attende una stagione assolutamente Meredith-centrica. E si sa che, quando si tratta di evoluzione dei personaggi, Meredith Grey è imbattibile.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *