Grey’s Anatomy – 11×15 I Feel The Earth Move – Recensione by S.

Grey's_Anatomy_11x15_Meredith

Episodio di svolta sotto più punti di vista: per Amelia ed Owen, la cui storyline era rimasta un po’ in sospeso a causa degli impegni chirurgici di lei, per Meredith, che finalmente capisce cosa vuole dalla vita, e per il matrimonio di Meredith e Derek (che se vedo McDreamy lo strozzo con le mie mani).

La storia nascente tra Amelia e il dottor Hunt ha sofferto di una tempistica poco favorevole: dopo tanti accenni sembrava avesse preso il via con quel bacio davanti alla roulotte, peccato che dopo quella scena sia finita di nuovo nel dimenticatoio; è stato un passo indietro forzato dall’operazione della Herman, che richiedeva tutta l’attenzione, ma ho due obiezioni da sollevare: la prima è che in Grey’s Anatomy non si è mai, e dico mai, visto nessuno ignorare la propria vita sentimentale-sessuale anche davanti al caso medico della vita; è pur sempre dei medici del Grey Sloan Memorial che stiamo parlando! Amelia avrebbe tranquillamente potuto inserire qualche considerazione amorosa tra un seme radioattivo e l’altro. E qui arriva la seconda obiezione: può essere ammirevole la sua intenzione di dedicarsi solo al lavoro (anche se c’è già Maggie a sostenere questa teoria, e una basta), ma se prima vi baciate e per i tre episodi successivi non si vede più niente, se non quegli stessi gesti imbarazzati che avevano senso solo prima del bacio, l’attenzione dello spettatore cala inevitabilmente. Quando finalmente è esplosa la passione mi sono detta “ah, è vero, si erano baciati, ecco perchè avevano sempre scene insieme!”. Nonostante questi piccoli intoppi la storyline è ora definitivamente avviata, resta da vedere che piega prenderà; ogni volta che c’è un’emergenza Owen finisce a fare il padre adottivo di tutti i bambini che passano per l’ospedale, ma quello della paternità è un tema che apparteneva a lui e Cristina, quindi spero che, almeno per un po’, gli autori si tengano lontani da questa idea. Concludo con un applauso metaforico per il caso della bambina che ha eseguito la tracheotomia per telefono, un classico di Grey’s: talmente surreale che finisce per essere convincente, e con un livello di coinvolgimento emotivo ai massimi storici. Ammettetelo, anche voi avete cantato “ah ah ah stayin’ alive, stayin’ alive”!

Greys_Anatomy_11x15_stayin'_alive

Ma passiamo alla grande protagonista della settimana: con la fedele collaborazione di Alex (che non si mette a ballare come Cristina ma fa sicuramente tutte le giuste osservazioni) e anche quella, involontaria di Jo, Meredith finalmente riprende le redini della sua vita. Ha senza dubbio messo in atto l’ultimo consiglio di Cristina (“he’s not the sun, you are”), come dimostra il suo successo senza precedenti in sala operatoria. E adesso che ha imparato e capito come essere di nuovo la se stessa madre e chirurgo, è pronta ad essere di nuovo anche la Meredith moglie. Questa evoluzione dimostra in pieno che allontanarsi da Derek era necessario, non solo per lei ma anche per il loro matrimonio: non si può stare con una persona se, prima, non si sa stare con se stessi. Ripreso il controllo della sua carriera, Meredith realizza che “my world does not and should not revolve around Derek”; ed è proprio qui che c’è la svolta: non ha bisogno di Derek per essere felice e avere successo, ma semplicemente vuole che Derek ci sia; non più risentimento e rinfacciarsi occasioni perse a vicenda, ma solo il sentimento che li legava in origine.

Greys_Anatomy_11x15_Meredith_phone_Derek

Ovviamente le cose non possono essere così semplici, e nel momento in cui lei è pronta a riaccoglierlo nella sua vita per iniziare un nuovo capitolo, ecco che ci casca il mondo addosso con il sospetto di un tradimento. Su questo punto ci sarebbero diverse considerazioni da fare: già nell’episodio 11×12 gli autori si sono giocati la carta del segreto inconfessabile che in realtà non esisteva nemmeno, quindi temo che questa volta la cosa vada presa un po’ più seriamente. E del resto, la storia di Derek e Meredith non è iniziata proprio con un tradimento ai danni di Addison (non che lei fosse una moglie particolarmente devota)? Tuttavia, non condivido la teoria del “chi tradisce una volta tradisce di nuovo”: come ci ha insegnato proprio Meredith, la vita non è solo bianco o nero, ci possono essere tante sfumature; bisogna valutare ogni situazione come un caso a sè, e quell’incontro al bar di Joe di 11 anni fa non è stato un tradimento fine a se stesso, era l’aver incontrato l’amore della propria vita. Non è che lui fosse partito per un altro stato giurando ad Addison il suo amore eterno e una volta lì abbia frequentato escort ogni sera tanto per fare qualcosa. Quindi mi rifiuto di accettare l’idea che Derek possa avere un’amante: crederò nell’happy ending contro ogni possibilità, fino alla fine e anche oltre, mi fermerò soltanto quando sarà così innegabile che dovrò necessariamente ucciderlo io stessa e perdere del tutto la fiducia nel genere umano.

Del resto Shonda ci aveva avvisato, ci aveva detto che sarebbe stata una stagione Meredith-centrica, e con Meredith le cose sono sempre complicate: ma non è questo che più ci piace di lei?

[Come ogni settimana potete trovare la recensione anche dalla nostra affiliata Jessica Capshaw fan]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *