Grey’s Anatomy – 12×05 Guess Who’s Coming To Dinner – Recensione by S.

Grey's_Anatomy_12x05_Penny

Un episodio difficile questo, come difficile è stato inquadrare le reazioni e le emozioni che ha suscitato. Durante la visione passavo continuamente da “insomma, poverina, però” a “MUORI, CREATURA IMMONDA”. Praticamente siamo sulla soglia della schizofrenia.

Penny è stata ovviamente la causa di tutti i turbamenti emotivi di cui sopra, e se verso metà episodio c’è stato il rischio di cedere ai suoi occhioni da cerbiatta dispiaciuta, il pericolo è stato scongiurato appena ha aperto bocca. Sono molto curiosa di sapere quale malato processo mentale le abbia fatto credere che non fosse necessario raccontare a Callie questo piccolo dettaglio del suo passato, nemmeno prima di partecipare ad una cena con metà personale del Grey Sloan Memorial. Per esempio, la mattina a colazione, tra una tazza di latte e un biscotto, avrebbe potuto buttare lì un “ah, ma lo conoscevi Derek Shepherd? Sai che è morto per colpa mia e dei miei colleghi incapaci?”; non mi sembra così difficile! E anche se è difficile è un problema suo, si prendesse le responsabilità delle sue azioni invece di stare lì a fare lo sguardo spaventato senza dire nulla! Ma il meglio doveva ancora venire: la geniale Penny, infatti, ha pensato che fosse una buona idea andare a lavorare al Grey Sloan Memorial! Non le è nemmeno passato per la mente di cancellare il colloquio, di esiliarsi, di trasferirsi su Marte, no, lei va a lavorare nel regno di Derek e Meredith! Se potessi la strozzerei con le mie mani.

Grey's_Anatomy_12x05_Meredith_screaming

Con queste premesse, mi sorprendo che Meredith non abbia cercato di soffocarla con i piselli cucinati da April. Anzi, devo dire che ha mantenuto un ammirevole sangue freddo per più tempo di quanto mi sarei aspettata, ma alla notizia del colloquio non aveva più molte alternative. Ho anche apprezzato molto il suo modo di rivelare la notizia: senza crisi isteriche, senza urla, semplicemente un gelido “perfect Penny killed my husband“. Le urla però sono arrivate poco dopo, tutte indirizzate ad Amelia e una più meritata dell’altra. Se la sorella di Derek non ha avuto tutti i torti nell’aggredire Penny, anche con una certa violenza, non si può dire lo stesso delle accuse che ha rivolto a Meredith: come fa a pensare di essere sempre al centro del mondo? Quanto inutile egocentrismo alberga in lei? Si rende minimamente conto di quello che ha dovuto affrontare Meredith? Evidentemente no, quindi la cognata glielo fa notare, con una rabbia talmente spiazzante da lasciare tutti senza parole.

Nonostante il concentrato di dolore e odio vissuto in una sola serata, Meredith riesce comunque a ritrovare la razionalità, almeno per il tempo necessario a prendere una sola decisione: concedere a Penny di lavorare nel suo ospedale. Non so quanto questa scelta sia saggia, ma una cosa certa è che Penny dovrebbe comunque rifiutare l’offerta; purtroppo, abbiamo già avuto più volte prova della sua idiozia. Di certo Meredith non renderà facile la sua vita professionale: una cosa è tollerare la sua presenza, un’altra instaurare un cordiale e pacifico rapporto di lavoro.

Grey's_Anatomy_12x05_Stephanie

Parole negative per Stephanie, definibile solo come “grandissima stronza”. Perdonata Jo per la leggerezza della scorsa settimana, ci mette poco a tornare sui suoi passi e rivelare tutta l’arroganza che la contraddistingue (ecco perché va così d’accordo con Amelia!), con uno sfogo pieno di insulti e saccenza del tutto gratuito, soltanto allo scopo di mettersi sul piedistallo e far sentire uno schifo la sua amica. Che simpatica, eh!

Grey's_Anatomy_12x05_Meredith_Alex

Per fortuna c’è Maggie, che con la sua simpatica isteria e la storia nascente con DeLuca, questa volta è l’unica a portare un po’ di leggerezza, in modo davvero apprezzabile e utilissimo per l’equilibro di tutte le storyline. Altro contropeso importante è Alex, perfettamente a suo agio nei panni di migliore amico di Meredith (Jo ha poco da lamentarsi, quell’uomo non può fare tutto contemporaneamente!).

L’episodio, il numero 250 della serie, è stato comunque bellissimo, come dimostrano i buoni ascolti (9 milioni di telespettatori): è stato una sintesi di tutto ciò che i fan amano di più in questa serie, ossia l’analisi approfondita, e il più dolorosa possibile, di ogni singolo sentimento ed emozione vissuta dai personaggi. Insomma, passa il tempo, ma Grey’s Anatomy non perde smalto.

[Come sempre potete trovare la recensione anche dalla nostra affiliata Jessica Capshaw fan]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *