Grey’s Anatomy – 13×02 Catastrophe And The Cure – Recensione by S.

greys_anatomy_13x02_alex_court

Proprio come detto nel finale dell’episodio precedente, Alex si prepara ad affrontare le conseguenze delle sue azioni: lo fa con dignità e con tutta la consapevolezza di aver combinato un gran casino.

Il dottor Karev prende atto della situazione in cui si trova e non cerca in alcun modo di giustificarsi o trovare scorciatoie; si concede giusto un po’ di autocommiserazione, deluso dall’essere ritornato quello di un tempo, di nuovo travolto dal suo passato turbolento quando pensava ormai di essersene liberato. Ma a differenza di quando era un ragazzino, ora c’è qualcuno a stargli accanto, qualcuno che lo conosce davvero e capisce il conflitto interiore che vive. Meredith è per Alex amica e famiglia, è la sua persona come lui lo è per lei dall’addio di Cristina; a differenza di certi amici storici che, negli anni, si perdono lungo la strada, Meredith e Alex sono cresciuti insieme per diventare la famiglia l’uno dell’altra, e questo è un legame praticamente indistruttibile. Meredith rimane al fianco di Alex anche nel momento più buio, sperando che non venga condannato a vent’anni di carcere (grazie all’incazzato DeLuca) e certa che in qualche modo ne usciranno.

greys_anatomy_13x02_alex_jo_fire

Non si possono usare parole altrettanto positive a proposito, invece, della relazione tra Alex e Jo; se in passato avevano giurato di stare per sempre insieme e di non avere bisogno d’altro, quei tempi sembrano ormai molto lontani; rispetto allo scorso episodio, Alex fa un passo avanti e, sbollita la rabbia, ribadisce di essere innamorato di Jo. Ma lei, con grande disappunto da parte mia, non corre tra le sue braccia, scegliendo invece di prendere ancora di più le distanze da lui; si delinea quindi il motivo ultimo della rottura tra i due, una volta archiviati i vari fraintendimenti: Alex ha ceduto alla sua natura più violenta (ok una rissa, ma effettivamente è andato un po’ oltre), e nel mondo di Jo, con il suo passato, questo è un campanello d’allarme. Le dò un po’ meno ragione quando si lamenta del fatto che Alex abbia usato parole molto dure solo per farla soffrire: era una situazione estrema, e lei non poteva aspettarsi che le conseguenze del suo segreto non fossero gravi almeno quanto quel segreto, non dopo aver taciuto tutto questo tempo. Continuo a credere fermamente in questa coppia, tutto nella loro storia indica che siano fatti l’uno per l’altra, ma forse non era ancora il momento del lieto fine: l’abbiamo già vissuto con Meredith e Derek, per raggiungere il vero lieto fine bisogna prima toccare il fondo.

greys_anatomy_13x02_meredith_maggie_riggs_triangle

Mi suscita un certo fastidio, invece, Maggie: l’imbarazzante triangolo amoroso con Meredith e Riggs è molto buffo ma le sue reazioni sono davvero sproporzionate; fin da quando ha scoperto che Richard è suo padre fa sempre una tempesta in un bicchier d’acqua, non perdona la minima omissione, per lei qualsiasi cosa è tradire la sua fiducia. È come se nel mondo di Maggie fosse tutto o bianco o nero, senza nessuna possibilità di sfumatura di grigio nel mezzo, e come sappiamo questo è esattamente l’opposto di ciò che dalla notte dei tempi succede in Grey’s Anatomy. Questa sua peculiarità servirà sicuramente a creare scompiglio quando, inevitabilmente, la verità su Mer e Nathan verrà a galla: purtroppo, temo che invece di un simpatico siparietto ci toccherà un grande dramma familiare. Un dramma del tutto ingiustificato, perchè va bene la lealtà tra sorelle, ma Meredith non deve niente a Maggie, perchè non dovrebbe poter seguire il suo istinto e stare con Nathan? Aver già avuto un grande amore non significa che debba restare in casa a fare la maglia fino alla fine dei suoi giorni, e Maggie non ha nessun diritto di prelazione, tanto più che tra lei e Riggs non è mai successo un bel niente.

greys_anatomy_13x02_jackson_harriett

La ventata di leggerezza e ironia viene, e chi l’avrebbe mai detto solo pochi mesi fa, da April e Jackson: la classica isteria della Kepner è adeguatamente misurata, in modo da risultare solo divertente agli occhi degli spettatori. Jackson, dal canto suo, si sta impegnando molto per fare sempre la cosa giusta senza oltrepassare gli invisibili confini che esistono tra loro, così gettando le basi di quella che sarà la loro storyline quando torneranno in primo piano.

Quest’anno Grey’s ha ricominciato su un tono più serio che, nonostante qualche diversivo per distrarci, si fa davvero sentire, permeando gli episodi di un certo velo di ansia e preoccupazione; del resto, non potrebbe essere altrimenti quando si trova in pericolo uno degli originals, una persona che conosciamo e amiamo da tredici anni; proprio come per Meredith, anche per noi Alex è famiglia.

Voto all’episodio: ♥♥♥ TV di qualità

[Potete trovare questo post anche da Jessica Capshaw fan, We Love Alex Karev e dalla nuova affiliata Camilla Luddington e Justin Chambers. ღ]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *