Grey’s Anatomy – 14×18 Hold Back The River – Recensione by S.

Il ripristino delle funzioni neuronali di April aiuta sicuramente a mantenere la qualità dell’episodio al livello della sufficienza ma, a parte ciò, difficile trovare qualcosa di interessante da dire.

La Kepner prende coscienza di quanto sia stata odiosa e si scusa con ognuno dei poverini che hanno avuto la sfortuna di incontrarla negli ultimi mesi; fa pace anche con Jackson, dopo la tristissima (non in senso tenero ma in senso disgustato) scena nello sgabuzzino, e ne siamo tutti felici; sarebbe stato bello se lei avesse articolato qualcuno di questi pensieri sull’ex marito e su Dio prima di questo momento, fornendoci altro materiale oltre alle scenate di una ragazzina isterica, ma non possiamo pretendere troppo.

L’operazione di Amelia e Koracick è un successo ma non riesco ancora a capire a chi interessi la vicenda; probabilmente solo ad Alex che vuole salvare la povera Kimmie, ma anche lei è così antipatica che non so se l’affetto di Karev sarà sufficiente a farmela sopportare ancora a lungo; successi scientifici anche per Meredith, che almeno può pretendersi la meritata rivincita contro quella strega della Cerone, ma l’unico punto di merito della puntata va a Webber e alla sua sponsor. La storyline non è stata particolarmente coinvolgente o toccante, ma il dialogo tra lui e Maggie su come accettare la morte dei genitori (o, comunque, di una figura di riferimento) è stato molto bello, molto reale, una delle tipiche riflessioni di Grey’s in cui tutti possono ritrovarsi e che ognuno può scegliere di applicare nella propria vita.

Ci sono state molte lamentele per la decisione di tagliare le scene della festa di fidanzamento tra Jo e Alex; sono una delle poche persone a provare ancora simpatia per Jo, ma nonostante questo non mi sento particolarmente ferita da questa mancanza; di certo non avrebbe cambiato le sorti della puntata e il fatto che fosse presente Kimmie non aiuta. Non è comunque detto che non venga inserita più avanti, quindi i fan dei Jolex possono continuare a sperare.

Non c’è davvero nient’altro da dire, mi rendo conto di aver scritto più un riassunto che una recensione ma è parecchio difficile trovare qualcosa da analizzare e commentare; come temevo, i buoni propositi della scorsa settimana sono rimasti tali, arenati nel mondo delle idee, e noi ci siamo dovuti sorbire l’ennesimo episodio riempitivo, comprensivo pure di gelosia di Maggie verso April: ma che davero? Finirà prima o poi questa sofferenza?

Voto all’episodio: ♥♥ – Chissa se Arizona avrà mai una storyline o semplicemente sparirà nel nulla

[Potete trovare questo post anche dalle nostre affiliate Jessica Capshaw fan e We Love Alex Karev]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *