How To Get Away With Murder – 1×04 Let’s Get To Scooping – by S.

violadavis104

Se i primi tre episodi di How To Get Away With Murder sono stati belli e coinvolgenti, con questo la serie si è superata, soprattutto grazie all’immenso talento di Viola Davis; e se si pensa che non siamo nemmeno a metà stagione, le aspettative per le prossime settimane sono davvero altissime.

Quello di Annalise Keating è un personaggio presentato, fin dal primo momento, come imperscrutabile: nessuno sembra mai conoscerla davvero (come fa notare la sua cliente di questa settimana) e lei non abbassa mai la guardia, non si fida di nessuno. È questo uno dei motivi per cui la scena in cui si strucca davanti allo specchio è ancora più significativa e, in un certo senso, dolorosa; non si sta semplicemente togliendo gioielli e trucco, si sta mettendo a nudo in un momento di estrema vulnerabilità, come dimostrano le famose nove parole che, subito dopo, rivolge al marito: “why is your penis on a dead girl’s phone?”. Nel semplice gesto di passarsi una salvietta struccante sul viso, con una certa enfasi, sono racchiuse tutta la sofferenza, la rabbia e l’umiliazione che Annalise prova in quel momento, dopo aver avuto le prove dell’ennesimo tradimento di Sam. Ma, proprio come ci si aspetta da lei, è in grado di passare dalla disperazione di quel gesto al gelido astio nei confronti del marito: è una donna ferita, sì, ma non una principessa fiabesca che non sa prendere in mano la situazione. Questa fugace occhiata ad un nuovo aspetto di Annalise, comunque, non influisce per nulla sulla generale percezione che si ha di lei: imperscrutabile era e imperscrutabile rimane, ci sono ancora molti suoi comportamenti non immediatamente comprensibili (per esempio, perché si avvicina a Wes in quel modo seducente dopo aver saputo del telefono di Lila?), perché, come dico sempre, la complessità è il tratto caratteristico dei migliori personaggi di Shondaland.

violadavismakeup

Altro grande protagonista dell’episodio è Connor, unico degli studenti (oltre Wes) che inizia a mostrare un po’ di personalità (quella di Michaela più che personalità è una crisi isterica): per ora il copione non è particolarmente originale (ragazzo libertino, semi-fidanzato dai sentimenti feriti e via di seguito), ma le parti migliori sono quelle nei flashforward quando, per dirlo in termini tecnici, dà fuori di matto per quello che stanno combinando. La sua relazione con Oliver sembra senza dubbio destinata ad ulteriori sviluppi, cosa che ci porta a sottolineare come, finalmente, anche il sesso omosessuale sia descritto (sia con le parole sia con le immagini) in modo normale e non semplicemente accennato o lasciato intendere, senza alcuna nemmeno remota intenzione di fare la morale agli spettatori o trattare l’argomento con i guanti come se fosse peccato: le cose succedono e basta; come ha replicato Shonda Rhimes alle critiche ricevute (!!): “there are no gay scenes. There are scenes with people in them”.

connor104

Continua a capirsi poco, invece, degli omicidi: se ogni settimana ci danno qualche indizio in più, è anche vero che non ci danno mai nulla di concreto; si può facilmente obiettare che sia un po’ presto per pretendere delle risposte, ma questo continuo stuzzicare e pungolare la curiosità degli spettatori può diventare estenuante a lungo andare. Il coinvolgimento di Sam si fa sempre più evidente e sempre più pericoloso, spianando la strada alla spiegazione della sua morte, e con la prova della forzata confessione di Rebecca è possibile che almeno una minima rivelazione si affacci all’orizzonte. Prendono forma anche altri aspetti finora solo accennati, come il ruolo di Bonnie e quello del detective Nate, e personalmente non vedo l’ora di sapere come diavolo tutte queste storyline vadano ad incastrarsi tra loro.

Ancor più che nelle settimane precedenti, Murder ci lascia con la sensazione di non poter aspettare un solo giorno di troppo per sapere cos’altro succederà; il ritmo è sempre più sostenuto, non c’è tempo per metabolizzare le informazioni, lo spettatore è continuamente trasportato da una scena all’altra, da un mistero all’altro, attratto come una calamita dalla migliore nuova serie dell’anno.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

3 pensieri su “How To Get Away With Murder – 1×04 Let’s Get To Scooping – by S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *