How To Get Away With Murder – 1×09 Kill Me, Kill Me, Kill Me (Mid-Season Finale) – by S.

Schermata 2014-11-24 alle 22.55.50

Finalmente svelato il grande mistero del 2014: who killed Sam?? Ma Murder è un grande show e, mentre ci dà una risposta che aspettavamo da tempo, fa sorgere altre mille e ancora più pressanti domande.

Dopo tutto l’hype creato per scoprire l’identità dell’assassino, la morte di Sam si rivela più un incidente che un elaborato piano omicida, ed in questo contesto cambia poco sapere che sia stata Michaela a spingerlo giù dalle scale e Wes a spaccargli la testa con il trofeo. Ciò che davvero fa la differenza è quella scena finale, quel momento che nessuno aveva previsto: “I’m so sorry” dice Wes in una casa apparentemente vuota, “Don’t be” risponde dal buio Annalise seduta impassibile alla sua scrivania. LIKE, WHAAAT??! Questa è stata più o meno la mia reazione! Annalise è un genio del male e io la amo per questo! Quella telefonata piena d’amore, di perdono e di “salviamo il nostro matrimonio” altro non era che un’abile copertura: mi pareva strano che lo perdonasse così facilmente dopo le cose che le ha detto. Ecco, parliamo di quella litigata: fantastica!! Prima di tutto applausi a Viola Davis e Tom Verica per le loro interpretazioni, ma ancora più applausi a chi ha creato questi personaggi e scritto questi dialoghi; più Sam diceva cattiverie più lo incitavo a continuare: lo sapevamo che sei un abietto porco schifoso, finalmente riveli la tua vera natura!! E Sam si merita tutte le cose orribili che si sente dire dalla moglie: lei comincia gradualmente con “I’m done saving your ass, I’m done believing in you, I’m done loving you” fino ad esplodere con i dettagli della sua vita sessuale con Nate; e guardando la faccia di quell’infame del marito, inseminatore di studentesse, cos’altro dovrebbe fare? Colpisci e affonda, Annalise! E lei lo fa, colpisce in tutti i punti giusti finchè lui reagisce alla provocazione e getta la maschera: ah, che soddisfazione! Per Annalise il tentativo di strozzarla è l’ultima prova, è un non detto “avevo ragione io”, perchè faceva proprio bene a sospettare del marito, traditore e assassino. Peter Nowalk, in una recente intervista, ha detto che Annalise è molto più umana di quanto possa sembrare, non è una burattinaia che si muove dietro le quinte ma più che altro un’abile giocatrice di scacchi, che pensa sempre con cinque mosse d’anticipo; ed è proprio questo che la rende così meravigliosa: non è che abbia progettato di uccidere il marito per mesi (almeno credo!), ma trovatasi nel mezzo del fattaccio sa esattamente qual è la cosa migliore da fare per uscirne. Sam le rimprovera di pensare sempre a salvare se stessa, ma del resto perchè mai dovrebbe pensare a salvare lui?!

Schermata 2014-11-24 alle 23.01.49

Se Annalise ci riserva delle sorprese ma si muove comunque in linea con l’immagine che ci eravamo fatti di lei, ad affrontare un cambiamento sono i Keating Five (o meglio, Four più Rebecca): la cosa più interessante è che non si tratta di un gruppo di amici e una bravata, questi cinque non sono amici per niente e probabilmente non lo sarebbero mai diventati; dopo la Murder Night, però, saranno per sempre e indissolubilmente legati da quanto accaduto, e spero che la seconda parte della stagione (o magari anche la stagione successiva) esplori questo nuovo e strano vincolo venutosi a creare. Non solo i loro reciproci rapporti non potranno mai più tornare quelli di prima, ci saranno delle ripercussioni anche sul resto delle loro vite: ne abbiamo già visto un accenno con Michaela, che cerca di rientrare negli schemi della sua vita firmando l’accordo prematrimoniale e recitando la sua parte da brava ragazza; lei e gli altri come affronteranno il futuro dopo quello che è successo? A quante crisi isteriche assisteremo?! Per esempio, mi immagino proprio Michaela che sogna di trovarsi davanti all’altare con l’abito Vera Wang imbrattato di sangue! Una conseguenza positiva dell’omicidio è la crisi di panico di Connor, cosa che finalmente riporta in scena Oliver: questa coppia è praticamente la più amata dai fan, potrebbe esserci una sommossa popolare se la storia non continuasse.

Schermata 2014-11-24 alle 23.08.18

Sebbene la puntata sia formata in gran parte da tutti quei flashback che avevamo già visto non risulta per niente noiosa, anzi, lo spettatore rimane vigile fino al grande colpo di scena finale; vedere gli eventi finalmente succedersi nel giusto ordine temporale dà una sensazione di chiusura necessaria dopo tanti episodi pieni di domande e allo stesso tempo, come dicevo, fa sorgere altri dubbi: che accordo c’è tra Annalise e Wes? Il piano per disfarsi del corpo di Sam è un’idea di Annalise? Era in casa quando Sam è morto o è tornata più tardi? Prima o dopo essere stata da Nate per raccontare di quanto fosse in pensiero per suo marito? Anche Bonnie è coinvolta o è solo una pedina? Ancora una volta Murder ha dimostrato di essere uno show di gran classe, che sa centrare in pieno l’interesse dello spettatore, tant’è che stiamo già facendo il conto alla rovescia per la mid-season premiere di febbraio.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *