How To Get Away With Murder – 1×13 Mama’s Here Now – Recensione by S.

HowToGetAwayWithMurder_1x13_MamaKeating

Se Murder è da subito diventato il nuovo drama più amato dal pubblico è perché ha le giuste dosi di tutti gli ingredienti che ci tengono incollati allo schermo: un omicidio, un mistero, colpi di scena, buona recitazione, un po’ di scene di sesso qua e là e quei personaggi così affascinanti che possono nascere solo in Shondaland.

Con questo episodio Nowalk ha perfezionato ulteriormente quella formula facendo due cose intelligenti: la prima è stata introdurre l’ultimo degli ingredienti tipici, ossia il Grande Trauma Originario (in questo caso lo stupro della piccola Anna Mae da parte dello zio alcolizzato), che spiega la nascita della personalità di Annalise, senza dubbio la cosa più intrigante dell’intera serie. Il familiare depravato che fa del male ai bambini non è certo una cosa originale, ma a volte anche i classici funzionano, tutto dipende da come vengono raccontati: e con Cicely Tyson e Viola Davis cosa potevamo aspettarci se non una grande scena? Una serie di scene, per essere precisi: un crescendo di schermaglie e cose lasciate intendere fino al confronto e alla confessione finali. È curioso che Annalise abbia chiamato la madre nel momento del bisogno e, appena lei arriva, non sopporti una parola di quello che dice, ma l’escalation delle loro conversazioni è più che sufficiente per sorvolare su qualche piccola incongruenza. Mama Keating dal canto suo è fenomenale, con quel suo piglio deciso e senza peli sulla lingua (“who the hell do you think you are? Oprah? I wiped your ass and I’ll call you anything I want”), la classica donna che ha lottato con dignità per tutta la vita ed è fiera di ogni suo traguardo. Anche di aver ucciso il cognato pedofilo: l’avevo detto che Annalise doveva aver preso da qualcuno!

HowToGetAwayWithMurder_1x13_MamaKeatingAnnalise

La seconda cosa intelligente di questa puntata è stata cambiare completamente le carte in tavola: se due episodi fa sembrava di aver trovato tutte le risposte, che (quasi) tutti i misteri fossero stati risolti, ora la partita è di nuovo aperta. Chi ha ucciso Lila? Se fosse davvero stata Rebecca, che ha preso in giro tutti dall’inizio? Immagino che se fosse così Annalise non la prenderebbe per niente bene; è persino dispiaciuta di aver incastrato Nate, tanto che prima l’ha fatto arrestare per omicidio e adesso si offre di scagionarlo: che non si dica più che questa donna non ha un cuore! Mi piace molto che gli scenari si siano riaperti appena prima del season finale: saranno due episodi ad alta tensione, e al momento non abbiamo la minima idea di cosa aspettarci, il che rende l’attesa ancora più febbrile.

HowToGetAwayWithMurder_1x13_Rebecca

Last but not least, complice la crisi emotiva di Annalise ritiratasi temporaneamente a vita privata, questo episodio ha finalmente visto l’ascesa di Bonnie: ho tifato per lei dalla prima scena e ho applaudito quando ha vinto la causa. Sapevo che sarebbe arrivato il suo momento e spero che ce ne saranno molti altri: non sarà Annalise, ma questo non significa che non sappia tenere la scena ed essere una valida alternativa. L’unica cosa che non comprendo è cosa possa mai trovare di affascinante in Asher, ma l’espressione perplessa di Frank è la conferma che non sono l’unica a pensarlo!

Purtroppo questa prima stagione di Murder è quasi giunta al termine e, in vista del gran finale, come un cerchio che si chiude, torniamo a chiederci: who killed Lila?

[Un grazie alle affiliate che pubblicano le recensioni: How to get away with Murder – Italian Fanpage e How to get away with Murder Italia]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *