How To Get Away With Murder – 2×09 What Did We Do? (Winter Finale) – Recensione by S.

how_to_get_away_with_murder_2x09_Annalise_winter_finale

OH-MY-GOD! OH-MY-GOD! Ho già detto OH-MY-GOD?! Quanta carne al fuoco, quanti colpi di scena, quanti misteri risolti e quanti misteri che si infittiscono! Non c’è niente da fare: Murder si supera sempre!

Nel winter finale tanto atteso Nowalk ha fatto le cose ancora più in grande dell’anno scorso: quando la trama è arrivata al giorno dei flashforward la suspence non è finita, né ci si è limitati a rivelare gli avvenimenti di casa Hapstall, ma la narrazione si è avvitata su se stessa, in un nuovo gioco di flashback, resi ancora più accattivanti da un’abilissima regia. Che dire della scena in cui la telecamera ruota ripetutamente intorno ad Annalise mentre lei, prima sconvolta e nel panico, ad un tratto riprende il controllo della situazione ideando un complicatissimo piano nel giro di un secondo? Ovviamente qui il merito va anche a Viola Davis, assolutamente magistrale, inarrivabile, la punta di diamante di uno show eccezionale.

how_to_get_away_with_murder_2x09_keating_five_winter_finale

Per quanto riguarda gli avvenimenti in sé, c’è parecchio da dire: se l’anno scorso i Keating Five si erano trovati senza particolari colpe coinvolti in eventi drammatici ma inaspettati, in questa stagione sono stati parte più attiva nel succedersi degli eventi; lo schema alla base della trama è lo stesso ma ingigantito esponenzialmente, tanto che la stessa Annalise fatica a tenere tutto sotto controllo. Quando, tutti insieme a casa Hapstall, pensano ai dettagli del piano ed alla scena del crimine sono davvero tutti un tantino fuori di testa, ovunque si guardi non c’è un barlume di razionalità o lucidità. La scelta estrema di Annalise di farsi sparare (alla gamba, non altrove, caro Wes!) è effettivamente sensata, e questo basta a dare la misura di quanto assurda sia tutta la situazione.

how_to_get_away_with_murder_2x09_Asher

Il tutto si fa ancora più complicato con l’intersecarsi di tutte le storyline: il caso Hapstall e la pistola nello studio di Catherine da un lato, la Sinclair e Asher dall’altro. E dopo questo episodio devo dire che proprio Asher è il personaggio che più mi ha sorpresa e la cui evoluzione è riuscita meglio, a pari merito con Connor, ma con una caratteristica in più: le sue vicende vanno ad interferire direttamente con la trama principale, rendendo così Asher un elemento centrale e indispensabile, fatto paradossale se pensiamo che nella prima stagione era l’unico non coinvolto nella morte di Sam e che, comunque, fino a pochissimo tempo fa non aveva la minima idea di quello che fosse davvero successo (solo in questo episodio, tra l’altro, ha scoperto che ad ucciderlo sono stati i suoi compagni e non la sua BonBon). Tutto ciò è l’ennesima prova dell’altissimo livello qualitativo della serie, che riesce ad espandersi là dove non ci si sarebbe aspettato, senza appiattirsi sulle apparenze e su personaggi monodimensionali e stereotipati.

how_to_get_away_with_murder_2x09_eve_annalise_christoph

Altro punto focale è il flashback sull’infanzia di Wes o, per essere precisi, Christoph: la mia co-autrice R. ha trovato il piccolo Wes molto tenero, a me è sembrato invece molto inquietante. Certo non più inquietante di quel “what did we do?” pronunciato da Eve e rivolto ad Annalise; cosa sarà mai successo? Wes ha in realtà ucciso la madre e le due hanno simulato un suicidio? Ma perché? Oppure sono state Annalise ed Eve ad uccidere la madre di Wes? Queste fanno parte delle domande a cui non abbiamo avuto risposta, insieme a molte altre: chi ha davvero ucciso gli Hapstall? Cosa nascondono Catherine e Philip? Cosa farà Asher alla stazione di polizia?

La pausa invernale ci costringe ad aspettare febbraio per poter scoprire nuovi dettagli, e dopo questi episodi posso affermare con certezza che nelle vacanze di Natale non farò altro che mangiare pandoro e ipotizzare scenari su Christoph e Annalise, nonché su quello che farà la polizia una volta arrivata a casa Hapstall. Il creatore della serie, Peter Nowalk, ha anticipato che il prossimo episodio sarà ambientato due settimane dopo la fatidica notte, quindi scopriremo subito se il piano ha funzionato o meno: pensate che divertente se li ritroviamo tutti in viaggio verso il braccio della morte! Voi che ne pensate? Quali sono le vostre ipotesi? Per arrivare fino a febbraio ci servirà un gruppo di sostegno!

[Come sempre potete trovare questo post anche dalle nostre affiliate How to get away with Murder – Italian Fanpage e How to get away with Murder Italia]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *