How To Get Away With Murder – 3×07 Call It Mother’s Intuition – Recensione by S.

how_to_get_away_with_murder_3x07_annalise_arrested

Mancano solo due episodi al mid-season finale ma la confusione sugli avvenimenti della notte dell’incendio non accenna a diminuire, anzi, si può dire che brancoliamo nella nebbia.

Non si può dire che non ci siano stati dati nuovi elementi: tra il ritorno di Frank e le iniziative di Wes abbiamo parecchio da commentare. Frank, il nostro bello e dannato dal cuore d’oro, si è finalmente deciso a tornare a casa e chiedere perdono: ma gli va male con Bonnie, che sa benissimo di essere solo la sua seconda scelta, e gli va male anche con Laurel, ormai persa tra le braccia di Wes.

how_to_get_away_with_murder_3x07_laurel_frank

In questo inquietante triangolo amoroso Frank è forse quello più sano di mente, quindi pensate a che livello si trovano gli altri due. Averli visti di nuovo rotolarsi tra le lenzuola mi ha definitivamente fatto perdere l’innocenza, l’immagine è così impressa nella mia mente che mi troverete in un angolo in posizione fetale mentre dondolo tenendomi la testa per cercare di dimenticare. A parte questo, nessuno dei due sembra essere particolarmente brillante: la scenata che Laurel fa ad Annalise, accusandola di trattarla come un burattino, è ridicola per usare un eufemismo; sebbene ci fosse sempre un fine nascosto, Annalise ha più volte fatto affidamento su di Laurel, è lei quella che ha deciso puntualmente di fare di testa propria convinta di avere tutte le risposte, creando puntualmente un nuovo casino.

how_to_get_away_with_murder_3x07_wes_immunity

Wes è quello un più difficile da decifrare: è risaputo che io non sopporti quel suo atteggiamento da martire, secondo me gli piace proprio crogiolarsi nell’autocommiserazione e atteggiarsi a povera vittima di turno, lo trovo davvero insostenibile. Con questa premessa, potete immaginare la mia reazione alla scoperta che proprio Wes è la fonte anonima che porta all’arresto di Annalise subito dopo l’incendio. Tuttavia, dovremmo aver imparato che raramente le cose sono come appaiono; come mi fa notare anche la mia co-autrice R., è possibile che Wes e Annalise siano d’accordo e che la soffiata sia solo una parte di un piano generale per ottenere qualcosa che ancora non conosciamo. Questa teoria ha senso anche considerando il particolare rapporto che lega Annalise e Wes, non solo materno ma ben più profondo rispetto a quello degli altri Keating Five; non a caso Wes è l’unico a non partecipare alla gogna pubblica di Annalise, perchè tra loro non c’è niente di non detto e di represso, sanno benissimo quello che pensano l’uno dell’altra. Resta da capire che cosa succeda in casa e perchè si arrivi all’incendio: perché Annalise li chiama a raccolta da lei? Non sarebbe sconvolgente che l’incendio fosse doloso, ma per nascondere cosa?

how_to_get_away_with_murder_3x07_connor_oliver_kiss

Per concludere, leviamo al cielo un coro di gioia per la ricostituita unione dei Coliver: a questo punto non mi ricordo nemmeno più perchè si fossero lasciati, ma l’importante è che l’universo abbia corretto questo terribile sbaglio e gli astri siano di nuovo perfettamente allineati.

La rivelazione di chi si trova under the sheet è ormai alle porte: la dichiarazione in fin di vita di Laurel indica che la vittima sia Wes? Mi sembra un po’ troppo facile (anche se questo metterebbe di nuovo in pericolo Connor), magari intende accusarlo di aver appiccato l’incendio? Oppure muore qualcuno che non c’entra niente e Peter Nowalk sta segretamente ridendo di noi? Vabeh, almeno sono tornati i Coliver, non si può avere tutto.

Voto all’episodio: ♥♥♥♥ – La vera protagonista è la lingerie di Laurel

[Potete trovare questo post anche dalla nostra affiliata How to get away with Murder Italia]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *