I migliori episodi del 2014 – by R. ed S.

bestepisodes

Proseguiamo la nostra tradizione elencando quelli che sono stati, a nostri avviso, i migliori episodi di serie tv andati in onda nel 2014. Tra serie storiche e nuove arrivate c’è davvero l’imbarazzo della scelta, come sempre lasciateci un commento per dirci cosa aggiungereste e cosa, invece, non vi è piaciuto.

10) The Big Bang Theory 7×24, l’improvvisa partenza di Sheldon: l’abilità di una sitcom, che di per sè è fatta di abitudini e scene ricorrenti, è quella di saper introdurre il cambiamento senza stravolgere la realtà e quello che lo spettatore si aspetta di settimana in settimana, ed è proprio quello che è successo in questo episodio: l’incendio alla fumetteria, il fidanzamento di Leonard e Penny e un punto morto nella carriera lavorativa fanno crollare tutte le certezze di Sheldon, che come la serie stessa è una persona che vive di abitudini. Nonostante tutto sembri cambiare e la partenza di Sheldon sia una decisione del tutto fuori dagli schemi, la storyline è stata sviluppata delicatamente, senza causare troppi traumi, come ha dimostrato l’ottava stagione, in cui gli equilibri sono stati ristabiliti.

big bang

9) Grey’s Anatomy 11×04, la vera storia di Ellis: arrivata all’undicesima stagione, Grey’s ci ha saputo regalare un episodio capolavoro come non ne vedeva da tempo, a riprova della sua qualità e alla faccia di chi la dava ormai per spacciata. Pensavamo di conoscere tutto di Ellis Grey e Richard Webber e invece, in pochi minuti, ogni singola scena già vista ha assunto un significato nuovo e diverso.

Schermata 2014-10-21 alle 00.58.23

8) How To Get Away With Murder 1×04, Annalise si toglie la maschera: Murder è una delle serie migliori dell’anno, con un’attrice protagonista di altissimo livello, e questa scena è stata senza dubbio una delle più iconiche della stagione; complessa, complicata e all’apparenza invincibile, insieme al trucco Annalise porta via anche quella facciata, mostrandosi ferita, umiliata, ma anche molto molto arrabbiata.

violadavismakeup

7) True Blood 7×10, Sookie dice addio a Bill: come prevedibile l’episodio conclusivo della serie ha ricevuto parecchie critiche, ma per noi è stato un finale quasi perfetto, l’unico che avrebbe potuto avere senso. Pur avendo tifato per la coppia Sookie-Bill sin dal pilot, il punto di True Blood non è trovare l’amore, ma accettare se stessi (e gli altri) per quello che si è. Sookie ha compiuto un viaggio non indifferente per arrivare ad accettare la sua natura di fata, stare con Bill avrebbe significato sacrificare se stessa, e non sarebbe stato giusto. Ciò non toglie che vederla trafiggere il suo grande amore con un paletto di legno sia stato parecchio triste.

sookiebillfinale

6) Revenge 3×22, questo non è stato soltanto l’episodio che ha riportato in vita David Clarke cambiando per sempre il corso della serie, ma anche quello del tanto agognato successo del piano di Amanda. 1) Conrad viene processato e imprigionato per i suoi crimini, per poi morire accoltellato per mano di David quando sembra che stia per cavarsela per l’ennesima volta. 2) La resa dei conti tra Amanda e Victoria: la vera identità della prima viene a galla, ma Mrs. Grayson soccombe all’ingegno della sua eterna rivale, finendo rinchiusa in una clinica psichiatrica. In entrambi i casi l’apoteosi della legge del contrappasso!

revenge3x22.2

5) Sleepy Hollow 1×13, il finale della prima stagione svela uno scenario ancora più tragico dell’imminente Apocalisse per il nostro Ichabod Crane: Henry Parrish, l’uomo che lo ha affiancato per tante puntate, non solo è l’Horseman of War, servitore del demone Moloch, ma è suo figlio Jeremy, di cui fino a poco tempo prima ignorava l’esistenza. Uno dei cliffhanger più emozionanti della passata stagione televisiva.

badblood

4) Homeland 4×09, in questa puntata c’è stato di tutto: uno scambio di ostaggi al cardiopalma, esplosioni ai danni dei protagonisti, l’invasione di un’ambasciata inaccessibile e piani svelati. Un episodio senza fiato che ha reso la quarta stagione di Homeland la più bella di sempre, dimostrando che può andare avanti anche al di là di Brody.

homeland4x09.1

3) The Walking Dead 5×01, uno dei ritorni più attesi della nuova stagione e che non ha assolutamente deluso le aspettative (facendo anche record di ascolti). Se la distruzione di Terminus – che prova la verità della battuta di Rick Grimes “They’re screwing with the wrong people” – non è sufficiente, ci pensano le reunion col gruppo principale a rendere l’episodio indimenticabile: Carol (che si consacra “the most badass female character” dello show) e Tyreese, ma soprattutto la piccola Judith che torna finalmente tra le braccia di papà e fratello.

twd5x01.4

2) Game Of Thrones 4×06, il processo di Tyrion: Tyrion è da sempre uno dei personaggi più amati in assoluto e la bravura del suo interprete è ormai cosa nota, ma in questo episodio Peter Dinklage ha superato se stesso: con la sfrontatezza che lo caratterizza e il coraggio di chi non ha più nulla da perdere, l’invettiva di Tyrion mette a nudo tutte le storture e l’ipocrisia non solo di King’s Landing, ma di ogni singola persona che ha avuto un qualche ruolo nella sua vita, dal cinico padre all’infida Shae.

1) True Detective 1×05, l’episodio che mi ha definitivamente conquistata: la (apparente) soluzione del caso, l’evoluzione delle storie personali dei due protagonisti, il seme del dubbio che Rust possa essere l’assassino (non ci ho creduto neppure per un istante); il tutto strutturato in una narrazione che salta tra passato (2 volte passato con i fatti del 1995 e quelli del 2002) e presente a conferma di quanto teorizzato dal personaggio di McCounaghey in uno dei suoi meravigliosi monologhi: “Time is a flat circle“.

truedetective1x05

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *