Once Upon A Time – 4×10 Fall – Recensione by R.

OnceUponATime_4x10_Elsa_Anna

Gli episodi di Once Upon A Time dove è in arrivo una maledizione sono sempre molto emozionanti, basta ricordarsi quanto è accaduto un annetto fa con il Mid-Season Finale “Going Home”. “Fall” non avrà un addio struggente come quest’ultimo, ma è comunque parecchio commovente. Il clima richiama l’incantesimo da cui la serie ha avuto inizio, quello lanciato dalla Evil Queen nel pilot, con Snow e Charming costretti ancora una volta a separarsi dal loro neonato per salvarlo dagli effetti della nuova maledizione; e ovviamente anche da Emma, a cui affidano il piccolo Neal. Regina aveva cancellato la loro memoria, condannandoli a vivere una vita che non gli apparteneva, ignari dei sentimenti che li legavano; Ingrid lascerà che vengano dominati dal loro lato oscuro, soffocando ogni spiraglio d’amore e d’affetto: “Tearing each other apart” questo è quanto accadrà non appena i frammenti di specchio faranno emergere i sentimenti più cupi degli abitanti di Storybrooke – una versione esasperata delle normali “rivolte” di Granny e Grumpy, che mi immagino già armati di bastoni e picconi. Si potrebbe obiettare che ricorrere ad una nuova maledizione sia ripetitivo, tuttavia da un lato stiamo parlando di una serie che celebra il mondo delle fiabe, dove gli incantesimi sono la norma; dall’altro le dinamiche fra i personaggi sono diverse dal passato: oltre al fatto che nonostante la magia sapranno chi sono, tutti, a cominciare dalla protagonista Emma, sono molto cambiati, hanno scoperto e compreso nuove sfumature di loro stessi. Far emergere il lato oscuro dei personaggi conferma quanto detto da Snow a Regina nello scorso episodio “You’re not all evil and I’m not all good. Things are not that simple”; se fossero o bianchi o neri l’incantesimo dei frammenti di specchio non potrebbe avere alcun effetto: per gli eroi (Snow) non ci sarebbero lati oscuri da far emergere, per i villains (Regina) non cambierebbe nulla. In questa puntata quando si tratta di decidere fra salvare l’intera città o Anna, Snow concorda con la Evil Queen optando per il bene della maggioranza a sacrificio della sorella di Elsa: se la neo-Sindaco fosse votata esclusivamente al bene una tale scelta non potrebbe mai farla e soprattutto non direbbe mai “It seems Elsa’s blind faith is exactly what’s screwing us right now”, battuta che perfino Regina trova terrificante pronunciata da lei – addirittura Emma è più ottimista verso la fede di Elsa; stesso ragionamento per quanto emerso riguardo al passato non proprio candido di Belle in “Family Business”. Al contrario se la Evil Queen fosse una villain pura, sarebbe immune come il Dark One.

OnceUponATime_4x10

Come suggerito dal suo nome e dalle recenti azioni, quest’ultimo non può certo peggiorare. La medesima scelta di portare con sé Belle e Henry è un atto di egoismo – altrimenti non ingannerebbe tanto spudoratamente la moglie e non lascerebbe il nipote senza le madri. “If I have to choose between everyone else and me… me wins every time” è la semplice frase che lo descrive al meglio. Annunciare ad Hook che questo sarà il suo ultimo giorno di vita – non prima però che abbia fatto ancora una cosa per lui – è la ciliegina sulla torta della sua malvagità. Il bacio tra Killian ed Emma è un momento terribile, perché sappiamo che per l’uomo è l’ultimo con l’amata, il bacio d’addio; dopo tutto quello che ha dovuto sopportare per conquistarla! Miss Swan resta colpita dall’intensità manifestata, ma ovviamente penserà che dipenda dall’imminente maledizione. Tornando a Rumple, Belle è a sua disposizione, pronta a seguire ciecamente ogni cosa che lui le dirà, ma Henry? Oltre ad essere stato chiuso nell’ufficio di Regina grazie alla magia – il Dark One sarà potente, ma la Evil Queen non è certo da meno – difficilmente si lascerà incantare dalle parole del nonno: ha già dimostrato più volte di essere più furbo di molti altri, chissà che non faccia aprire gli occhi anche a Belle che dovrebbe imparare a guardare un po’ più in là dei suoi libri.

OnceUponATime_4x10_Emma_Hook

Ad alzare il livello di emotività ci pensa la reunion fra le sorelle di Arendelle, meglio riuscita sul lato Elsa (con l’ennesima prova del legame indistruttibile che le unisce) che di Anna, costretta ad una serie di peripezie insieme a Kristoff, entrambi in balia dei giochi di potere di Hans (ancora!) e del pirata Barbanera (di cui non sono una grande fan, quindi poteva pure restarsene dov’era). La storyline di Anna migliora quando in fondo al mare inizia a pronunciare i voti nuziali per non morire senza aver sposato il suo Kristoff e raggiunge il culmine con il desiderio espresso da Elsa, che riporta a galla i due innamorati e fa quindi ritrovare le due sorelle – si scopre così che il ciondolo di Anna è la Wishing Star cercata in passato dai genitori nel loro viaggio.

OnceUponATime_4x10_Anna_Kristoff

A causa di Rumple che ha sfruttato Hook per catturare le fate, è troppo tardi per fermare la maledizione. Poco prima della caduta dei frammenti di specchio, Snow e Charming si rinchiudono in due celle, Kristoff si ammanetta alla scrivania, Regina si imprigiona nella sua cripta, Robin Hood si lega ad un albero; tutte opzioni che richiamano le tecniche sfruttate dai licantropi durante le notti di luna piena, da Oz in Buffy a Tyler in The Vampire Diaries. Non è difficile immaginare cosa potrebbe fare Regina – il cuore di Marian è in serio pericolo – discorso diverso per Snow e Charming, cosa si rinfacceranno? O magari si scaglieranno contro Emma ricordandole quanto li ha fatti penare per un briciolo d’affetto negli ultimi tre anni? “You know, we share a heart, and nothing can come between two halves of one heart”, ricorda David alla moglie. Eh già! Quasi me lo scordavo! In quell’istante ho creduto che proprio quell’atto d’amore potesse proteggerli dalla maledizione: se condividono lo stesso cuore, come potrebbero emergere dei sentimenti di odio tale da farli scontrare? Purtroppo la smentita arriva immediatamente; non appena i frammenti di specchio ricoprono i loro occhi, lo sguardo d’amore tra loro svanisce lasciando spazio a quello che sembrerebbe vero e proprio odio – Snow mi ha inquietato parecchio.

Nella prossima puntata potremmo trovarci di fronte una Storybrooke tramutata in campo di battaglia; finora il true love è sempre stato l’antidoto migliore ad ogni maledizione, ma se tutti si odiano, un bacio che risvegli i loro veri sentimenti è un’impresa impossibile! Non è detto però che Anna non ci stupisca con il suo amore per Kristoff – essendo solo lui vittima della magia! E non dimentichiamo che insieme al baule in cui erano rinchiusi i due fidanzati, è emersa la bottiglia con il messaggio dei genitori delle due sorelle lanciata in mare prima del naufragio (la scena che ha aperto questa nuova stagione); se si dovesse rivelare utile per spezzare l’incantesimo della Snow Queen, sarà la volta buona che gli ex sovrani di Arendelle hanno fatto una cosa giusta!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *