Revenge – 3×09 Surrender – by R.

EMILY VANCAMP, AMBER VALLETTA

The Bitch is back! Purtroppo! Se c’è una donna più arrivista, insopportabile e infida di Victoria è Lydia Davis. L’elenco delle sue bassezze farebbe invidia alle peggiori antagoniste di ogni telenovela: ex segretaria di David Clarke, venduto ai Grayson per ottenere un posto fra le gente degli Hamptons; amante del marito della sua migliore amica Victoria – sottolineo che la stessa Lydia all’epoca era sposata; dulcis in fundo abbandona Conrad quando il segreto sull’affaire David Clarke sta per essere smascherato.

Insomma una donna che ha dato prova più volte di non essere per nulla affidabile; con la pelle dura tra l’altro: è sopravvissuta ad una caduta dal quinto piano e ad un incidente aereo. Come è possibile che una cinica come Victoria l’abbia salvata? Un moto di pietà incomprensibile, chi ha mai rimpianto Lydia? Neppure Conrad, che davanti a lei torna ad essere un adolescente in piena tempesta ormonale, aveva portato a lungo il lutto, si era consolato con Ashley (il che è tutto dire). Fatto sta che Lydia è tornata negli Hamptons e non è cambiata di una virgola; la sua vena da arrampicatrice continua a guidare ogni suo atto, pronta di nuovo a screditare il suo amato Conrad pur di ritornare nel giro che conta. Peccato che sia rimasta altrettanto ridicola: le basta vedere il suo ex perché le vengano le lacrime agli occhi. Come in passato ogni parola che esce dalla bocca di Conrad è per lei come un Cartier, in grado di farle dimenticare in fretta che non si era impegnato poi tanto per dissuaderla dal salire su un aereo che sapeva benissimo sarebbe precipitato. E ogni proposito di vendetta è abbandonato. Lydia ha una personalità pari a zero, perfino Ashley la batteva. Nel corso dell’episodio ripete la stessa battuta davanti agli occhi stupiti di chi la credeva morta: “and I can’t believe you’re marrying this one” rivolta a Daniel e “almost as hard to believe as Time magazine wanting you for a cover” verso Conrad, tirando fuori quella sua solita invidia verso le ricchezze altrui. In una parola: patetica! Di una cosa bisogna però darle atto: ha la vista di un’aquila. Non fa in tempo a ricomparire che subito nota – nuovamente – la foto del vecchio party dei Grayson in cui una “all brunette bangs” Amanda era infiltrata come cameriera. Il suo odio verso Emily ha radici in questioni proprietarie: la casa di David Clarke era infatti diventata di proprietà di Lydia dopo la condanna – a riprova che è priva di ogni vergogna – ma Emily l’aveva poi costretta alla vendita. Con quella foto in mano Mrs Davis ha l’arma che potrebbe sparare ad Amanda nel prossimo episodio, tutto dipende da cosa deciderà di farne. E in questa situazione Aiden ha indirettamente la sua parte di colpa; prima di quella scena che mi ha atterrita più di Jack con Margaux, ossia la proposta di matrimonio ad Amanda – l’ha proprio chiamata Amanda Clarke, nonostante con lui dovrà avere per forza un’altra identità – 007 ha cercato di mettere nei guai Lydia, senza pensare però che in quel modo l’avrebbe gettata fra le braccia di Conrad, nella cui stanza ha poi trovato quella maledetta foto – e dire che Emily gliela aveva ben accennata. Il disastro è così ad un passo.

Come se questo non fosse sufficiente, ci si mette pure Victoria, che rifiuta l’invito alle nozze dell’estate. E adesso come si fa ad incastrarla? Lo sguardo finale di Emily ci fa capire chiaramente che l’intoppo è bello grosso, peggio ancora di una macchia indelebile sull’abito da sposa. E dire che se ci trovassimo di fronte ad un matrimonio normale questa notizia sarebbe più che positiva: finalmente quella strega si fa da parte, si arrende di fronte al volere del figlio. Peccato che Emily non ami Daniel. A questa ritirata di Mrs Grayson contribuisce l’intervento di Charlotte, che sembra pronta a voltar pagina ora che ha capito che tutti quegli intrighi non hanno provocato che sofferenza. Finally! Una che si è sempre lamentata delle manipolazioni della madre avrebbe dovuto capirlo prima, ma accontentiamoci, sperando che sia la volta buona che maturi per davvero – vuole addirittura andare a vivere da sola.

I momenti più belli della puntata sono però merito di Daniel. Ebbene sì, dopo quei tentennamenti iniziali da fedifrago – anche se bisogna riconoscergli che con Sara c’è stato solo un bacio – il giovane Grayson fa delle dichiarazioni degne dello sposo che ognuna vorrebbe avere. La sfuriata contro la madre è il suo best moment, un’appassionata difesa della futura sposa che zittisce Victoria come nessuno era mai riuscito finora. Mentre le parole riservate ad Emily “You’re the only one I want. I’m all in with you…and the baby” accompagnate dal pentimento per la “sbandata” per Sara fanno veramente rimpiangere che la coppia Emily-Daniel non sia “meant to be”.

Temo che questo dispiacere si rinnoverà con il prossimo episodio che li vedrà finalmente convolare a nozze, con una cerimonia che farà concorrenza al Royal Wedding. Il flashforward diventerà realtà e gli interrogativi che ci tormentano da nove puntate troveranno risposta. Salvo sorprese, esito a credere che il piano di Emily avrà compimento, lo sparo quasi sicuramente sarà vero, la nostra vendicatrice rischia grosso. Sono quindi aperte le scommesse su chi premerà il grilletto e con tutta probabilità la mano del colpevole sarà guidata dalla rivelazione di Lydia. Non resta che prepararsi al grande evento, matrimonio e/o sparatoria che sia!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *