Revenge – 4×03 Ashes – Recensione by R.

Revenge_4x03_Jack_Amanda

Visto come era andato l’episodio precedente, ero abbastanza preoccupata di quel che sarebbe potuto accadere, prevedendo un nervoso crescente di minuto in minuto. E in effetti così è stato tra il buonismo di Emily, la stupidità di Charlotte e David e la perfidia di Victoria, il tutto amplificato da un dato di fatto che ora comincia a sospettare anche la protagonista: Mrs Grayson ha un asso nella manica e Amanda non ha, anzi non può avere la più pallida idea di cosa si tratti.

Amanda decide di non denunciare Charlotte per il tentato omicidio. Ok, ci sta. Era prevedibile da parte sua e non solo adesso che la sorella sa la verità, ma anche in passato: la ragazza non ha mai voluto ferire Charlotte, soprattutto dopo che ha scoperto il legame che le unisce. La sorella è il principale motivo per cui è rimasta negli Hamptons, l’unica che può darle una ragione per andare avanti ora che la vendetta si è consumata: comprende la sofferenza che sta provando, vuole aiutarla per quanto le ha indirettamente causato e costruire un rapporto con lei. Resta però il fatto che Charlotte ha cercato di ucciderla e non in un impeto di rabbia – che avrebbe potuto ancora essere compreso – ma a sangue freddo, ha premeditato attentamente un’imboscata e se Jack non fosse andato contro gli ordini dei pompieri entrando nel bar, Amanda sarebbe morta. E’ difficile condividere la decisione di Emily, perfino Nolan e Jack che più di una volta hanno cercato di farla desistere dai suoi propositi – ricordiamo Nolan con il prete e Jack con il rapimento nella scorsa stagione – non la comprendono: Charlotte ha dimostrato di essere instabile ed ora che è sotto l’ala di mammina potrebbe diventare ancor più pericolosa. La sorella è diventata un preoccupante punto debole per Amanda, pronta ad affrontarla totalmente impreparata pur di farle capire quanto è dispiaciuta per il dolore che – indirettamente, ci tengo nuovamente a precisare – le ha causato.

Revenge_4x03_David_Charlotte

Sebbene la piccola Grayson ora si ricordi solo del rapimento – evento che è comunque servito per aprirle gli occhi su David Clarke e scagionarlo – tutte le occasioni in cui la ragazza ha sofferto sono da addebitare esclusivamente a Conrad e Victoria: loro le hanno mentito, hanno causato la morte di Declan e della finta Amanda, il padre l’ha rinchiusa in clinica e la madre l’ha usata e continua a farlo. Lei ogni tanto ha pure reagito – le sue originalissime cadute in droga, ragazzi sbagliati e tentati suicidi – ma poi è sempre tornata fra le braccia dei genitori, più manipolabile di prima, perché da sola non è in grado nemmeno di farsi il bucato. E così fa anche stavolta. Terrorizzata dall’arrivo imminente di poliziotti pronti ad arrestarla – a riprova che di Amanda non ha capito proprio nulla – si affida ciecamente ad una madre che ricompare dopo mesi di assoluta assenza. Victoria non poteva trovarla in un momento migliore, sola e impaurita, pronta ad essere ridotta nuovamente ad una pedina per rafforzare ancor di più la lealtà che David ha verso la madre. Un primo incontro padre e figlia che avrebbe potuto essere ad alta dose di commozione, si trasforma in una scena che aumenta il nervoso e il fastidio verso i due che ne sono protagonisti. David crede ad ogni parola che esce dalla bocca di Victoria, estasiato dal trovarsi di fronte alle donne della sua vita. Charlotte si sente a disagio per le falsità che sta raccontando la madre, ma intanto non fa nulla per impedirle: con il suo solito atteggiamento da vittima delle circostanze lascia che Victoria la faccia passare per la vera eroina dietro alla riabilitazione del nome David Clarke; a mammina bastano due parole dolci “I wish you could see what I see. That the real you is better than even you know” per cancellarle ogni dubbio – credo che perfino Daniel avrebbe da ridire su quella battuta.

Revenge_4x03_Victoria

Il giovane Grayson prosegue lungo la via del miglioramento. Fra il trattamento che ha riservato alla madre e la parabola negativa che sta affrontando acquista un sacco di punti simpatia, che aiutano a rendere più opachi i ricordi di quanto ha combinato nella scorsa stagione. Purtroppo per lui le disgrazie dei genitori non lo abbandonano: non solo non ha più soldi e nessuno lo vuole assumere – grazie a papà – ora viene pure preso di mira da Louise, la donna della clinica psichiatrica sfruttata e abbandonata da Victoria. Il fronte amoroso poteva essere uno spiraglio di luce, ma Margaux spegne il cervello durante la conversazione con Mrs Grayson, che con poche, banali e sdolcinate battute la convince a farle un ingente prestito.

Revenge_4x03_Amanda_Jack_foto

L’atto eroico di Jack non fa che consacrarlo come true love di Amanda, solo lui poteva essere l’uomo che l’avrebbe salvata dalle fiamme. E se questo non fosse sufficiente, si aggiunge il gesto finale a rendere ancor più evidente che sono l’uno il destino dell’altra: il bel Porter le porta una foto di loro due bambini con il compianto Labrador Sammy, scattata da David. Una foto che Amanda decide di tenere nella camera da letto e che permetterebbe al padre – introdottosi con tanto di pugnale per eliminare colei che minaccia Victoria e Charlotte – di essere illuminato dalla verità; purtroppo non la vede, ma quando osserva Emily qualcosa in lei lo deve colpire perché ha degli istanti di pausa – fondamentali per l’intervento di Nolan, che però non riesce a vederlo in volto, sarebbe stato troppo facile! D’altronde se perfino Jack in fondo al cuore aveva sempre saputo che lei era Amanda, ci mancherebbe che il padre non noti almeno una somiglianza! Certo se in tutti questi anni si fosse preoccupato di lei, l’avrebbe riconosciuta immediatamente.

La vendetta di Victoria fa un passo dietro l’altro, le sue armi (Charlotte e David) sono pronte a colpire ad un suo semplice cenno ed Amanda non può avere la minima idea che dovrà affrontare il padre per cui ha sacrificato la vita. Per ora il suo sospetto principale potrebbe cadere su un sicario assoldato da Mrs Grayson, ma la conversazione avuta con la donna armata di fucile le ha già fatto intuire che c’è in ballo qualcosa di veramente grosso. A soli tre episodi dall’inizio di questa quarta stagione l’attesa per il vero incontro tra David e Amanda sale sempre di più!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *