Revenge – 4×13 Abduction – Recensione by R.

Revenge_4x13_AmandaVictoria

Il ciclo di Malcolm Black si è sviluppato in tempi brevi, fortunatamente; ho già espresso il mio malcontento rispetto a queste rivalità con super potenti inarrivabili e organizzati al pari di un’associazione a delinquere, dopotutto il punto forte di Revenge sono le dinamiche negli Hamptons e in particolare tra Amanda Clarke e Victoria Grayson. Col senno di poi però la storyline di Malcolm Black non mi è dispiaciuta, non solo ha avuto il suo senso rispetto al travagliato ritorno di David, ma ha anche permesso di piantare semi interessanti per i prossimi episodi.

Senza dubbio imprigionare Amanda e Victoria insieme è uno dei meriti da riconoscere a Malcolm, che rinchiudendole in uno spazio stretto porta alle stelle l’odio tra la “howler monkey” (Amanda) e la “majestic peacock” (Victoria). L’iniziale contrasto fra le due donne, con Mrs Grayson che non vuole neppure collaborare per un’eventuale chance di fuga, sembra procedere sino alla fine, toccando i punti più bassi – o alti a seconda dei punti di vista; mentre Victoria non perde tempo a mettere a rischio Jack pur di ottenere la libertà, Emily non si trattiene dallo sbatterle in faccia la verità sui sentimenti di suo padre e il suo piano di ucciderla. In un crescendo di antipatia verso la Grayson e di preoccupazione per Amanda e i suoi cari, arriviamo però ad una scena difficile da credere nonostante la visione e che getta una luce diversa su quanto accaduto nei venti minuti precedenti: Victoria protegge Emily dall’imminente pugnalata di Malcolm, prendendosi la responsabilità della morte di Kate. Proprio ora che, dalla sua prospettiva, Amanda le ha tolto tutto, Vicky la salva e la aiuta a liberarsi definitivamente di Malcolm, che finisce nell’inceneritore. Le parole che rivolge poi a David, “You and Emily deserve a life together” – nonché la conferma del piano che le due donne avevano escogitato perché Jack le trovasse – appaiono come l’inizio della sua redenzione; forse sapere fin dove David era disposto a spingersi per vendicare se stesso e la figlia le ha fatto comprendere quanto ha commesso, spronandola a mettere finalmente da parte il suo egoismo. Una svolta difficile, attesa da un’infinità, che però darebbe il via ad un’evoluzione di Victoria Grayson che potrebbe renderci meno sgradevole il suo sopravvivere – in ogni senso – nonostante tutto. Peccato che duri per pochi minuti. Victoria è intenzionata a non giocare più da protagonista nel “revenge game”, ma abbandona in fretta i tentativi di dissuadere Margaux dal fare altrettanto; anzi la avverte di non agire prima di avere prove certe. Ora, Revenge è stato costruito dalla prospettiva di Amanda Clarke quindi cercare di comprendere Victoria è fuori questione, ma pure volendo provarci, come si fa dopo che riesce a rovinare pure l’unico gesto carino in quattro stagioni? Agire direttamente o attraverso la francesina è indifferente, anzi forse è peggio perché così ottiene ciò che vuole e non si sporca le mani. Possibile che quell’atto di benevolenza verso i Clarke sia solo un lampo fugace?

Revenge_4x13_Amanda

Prima di parlare di Margaux occorre fare un passo indietro sugli uomini che hanno permesso il salvataggio di Amanda e Victoria, ossia Jack, Ben e ovviamente David. Jack ha recuperato dalle idiozie delle ultime puntate, ha avuto le giuste intuizioni, idee e anche a livello di lotta fisica se l’è cavata. Ora che la verità su Emily è venuta a galla e il pericolo Malcolm Black è terminato, non è il momento migliore per dare il via all’avvicinamento sentimentale tra lui e Amanda? E’ di poche ore fa la notizia che Revenge non avrà una quinta stagione, quindi non c’è tempo da perdere su quel fronte! Eppure l’ombra del nuovo spasimante non si allontana; Ben non ha semplicemente collaborato all’operazione contro Black, ha compreso e accettato l’inganno di Emily Thorne più di chiunque altro finora – eccetto Nolan. Non l’ha biasimata, giudicata né ha fatto domande, l’ha solo capita “While I don’t know exactly what you’ve been through, I know it must’ve been for the right reasons if you were willing to sacrifice so much”; restargli indifferenti è davvero difficile.

Sarà lo stato particolarmente sensibile in cui sono dal colpo di scena dell’ultimo episodio di Grey’s Anatomy, ma quando ho visto lo sparo di Malcolm a David mi sono seriamente preoccupata; ormai la regola “nessuno è al sicuro” ha oltrepassato i confini di Game of Thrones; per fortuna è stato solo ferito alla gamba. Il trasferimento a casa della figlia segna finalmente l’inizio della loro vita insieme, qualunque cosa accada perlomeno abbiamo questa consolazione.

Revenge_4x13_Margaux

La minaccia Margaux però incombe e potrebbe tranciare troppo presto questa possibilità. Da personaggio inutile e irritante è diventata la vendicatrice da cui ci dobbiamo guardare, ma scherziamo?! “She may not have put the bullet in Daniel, but she’s the reason so much misery has come into our lives”, our lives? Cosa c’entra lei? E’ arrivata una stagione fa per scappare dall’ombra paterna e si comporta come se fosse stata la fidanzata di Daniel da sempre. Ricordo perfettamente quando ha cercato di sedurlo spogliandosi, ma lui era fidanzato con Emily e l’ha respinta, quindi chi si è introdotta nella vita di chi? Margaux si sta confermando degna figlia di suo padre, pronta a pagare chiunque per ottenere armi contro i suoi nemici e a sfruttare la sua posizione professionale per distruggerli. Non fa pena nel suo presunto dolore, si rende solo più simile all’adorata suocera. E di certo non è assolutamente una degna rivale di Amanda Clarke.

Revenge_4x13_Nolan

Viene totalmente escluso dalla storyline principale Nolan, che così può dedicarsi al nuovo dramma nella vita di Louise: l’arrivo di mamma Ellis. Per liberare la ragazza dal controllo della madre, Nolan la sposa, ebbene sì, Mr Ross ora è anche lui un uomo sposato! Mrs Ellis insinua però il dubbio che sia stata Louise ad uccidere il padre. Considerando la cattiveria della donna non è difficile immaginare che la verità sia ben altra, magari l’atto finale è davvero da attribuire a Louise, ma le circostanze in cui è avvenuto potrebbero cambiare completamente la visuale. Per quanto tutto ciò sia piacevole, rimpiango i tempi in cui Nolan aveva un ruolo più importante, non necessariamente al fianco di Emily, ma ad esempio quando frequentava Patrick; Nolan Ross merita molto di più di una storia totalmente secondaria.

Voltata la pagina Malcolm Black, entriamo probabilmente negli sviluppi che ci condurranno al Series Finale. Il ritorno ad una sfida tra le donne degli Hamptons è già un buon segno, peccato solo che sia coinvolta quella francesina. Amanda, ho tanta fiducia in te, distruggila!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *