Revenge – 4×19 Exposure – Recensione by R.

Revenge_4x19_AmandaDavid

Non pensavo di dover preparare i fazzoletti già per l’episodio diciannove! Ma d’altronde buona parte di esso è dedicata ad un continuo ricordo di ciò a cui abbiamo assistito in questi quattro anni, quindi trattenersi è praticamente impossibile!

La rivelazione in diretta tv sulla sua vera identità scatena il pandemonio attorno ad Amanda Clarke, che diviene così la donna di cui tutti vogliono sapere. Purtroppo però non sono solamente il pubblico e i media a cercare la nuova Contessa di Montecristo, in prima fila si piazzano le vittime del pennarello rosso, ossia coloro che sono caduti uno dopo l’altro di fronte alle trappole di Emily Thorne. Non c’è che dire, hanno una gran faccia tosta! Se Miss Thorne li ha sistemati, aveva ottime ragioni: tutti si erano lasciati corrompere da Conrad, facendo la loro parte nella condanna di David Clarke. Dal procuratore al giudice, dalla psicologa all’amico consulente finanziario, passando per l’ex segretaria Lydia Davis, ognuno aveva dato il suo contribuito alla montatura dell’affaire David Clarke, dipingendo l’uomo come uno spietato terrorista bramoso di denaro. In venti anni neppure la notizia della morte in carcere di David li ha fatti pentire, anzi adesso che tutto il mondo conosce la verità sull’innocenza dell’uomo, avrebbero pure il coraggio di vendicarsi su Amanda, colpevole unicamente di avergli dato ciò che si meritavano. Cos’è che non hanno capito esattamente? Considerando che dovrebbero marcire in galera, gli è andata fin troppo bene, anche se visti gli elementi era prevedibile che la perdita dei patrimoni e del prestigio sociale gli debba suonare pari all’inferno; per fortuna la minaccia di David sembra prospettargli una fine ben peggiore, facendoli desistere da quegli assurdi propositi.

Revenge_4x19_VictoriaAmanda

Non vale lo stesso invece per Victoria, che non dà tempo al mondo di assimilare la verità di Amanda e con l’aiuto di Louise recupera la famosa chiavetta su cui Lyman aveva trasferito il contenuto del computer di Nolan. Cavolo Louise, non potevi pensarci prima e ridarla a tuo marito?! Mrs Grayson è abile nel rigirare a suo piacimento l’immagine che la rossa ha di Nolan e Amanda; è evidente che il mistero su Emily Thorne non abbia nulla a che fare con la Ellis così come è semplice comprendere perché gli interessati non gliene abbiano mai parlato, ma quel buon senso che cerca di farsi strada viene immediatamente bloccato dal veleno di Victoria. Possibile che non sia minimamente soddisfatta di tutto ciò che Amanda ha raccontato? La scusa della vendetta per la spinta alla nuora cade in fretta di fronte alla confessione di quest’ultima, eppure Mrs Grayson non si arrende, vuole mostrare a tutti ciò di cui si è resa responsabile Emily Thorne, giustificandosi di nuovo con una visione distorta della realtà: persevera nel vedere nella ragazza la colpevole degli amari destini di Charlotte, Daniel e Pascal, quando gli unici da biasimare sono lei e Conrad. Tuttavia a dimostrazione della totale differenza tra Amanda e Victoria, la prima nell’intervista che rilascia in diretta tv, ammette che le sue azioni involontariamente hanno spesso causato dolore alle persone a lei più care; questa è sincerità cara Vicky!

Revenge_4x19_AmandaNolan

Ma facciamo un passo indietro. La decisione per l’intervista – pensate come sarebbe stato divertente se la conduttrice fosse stata Barbara d’Urso! – arriva dopo una brutta lite con il “bestie” Nolan, che ingenuamente ha conservato le prove delle loro azioni degli ultimi anni, mettendola ora in grossi guai. Una sfuriata altamente toccante per noi fan, visto quanto li adoriamo insieme; inoltre Ems è un pochino esagerata in questo caso, dopotutto mantenere il ricordo di quello che hanno affrontato è un grande segno d’affetto da parte dell’amico, ma sicuramente – come dice Jack nel tentativo di confortare Nolan – a parlare è la paura. La miglior forma di difesa è l’attacco dopotutto e Amanda si lancia nell’intervista esclusiva “no questions off limits” alla condizione che Victoria non venga mai mandata in onda. La Contessa di Montecristo d’America non si risparmia nel raccontare la sua storia, ne ripercorriamo con lei ogni momento, senza sorvolare sul dolore provocato alle persone che amava; Amanda in quelle parole è la sincerità, non si nasconde dietro giustificazioni – che pure non mancherebbero – si mostra al mondo così come l’abbiamo vissuta in questi quattro anni: una figlia che voleva salvare il padre. Anche solo attraverso questa intervista, come si fa a non amarla? Eppure quelle due arpie di Victoria e Margaux ci riescono, evidentemente non vogliono neanche provare a comprenderla perché significherebbe riconoscere il proprio basso livello. L’offerta di pace di Amanda è subito accantonata, la francesina non accetta le accuse mosse alla suocera, convinta di conoscerla più di colei che è stata vittima di ogni angheria. Forse Victoria non avrà avuto un’adolescenza facile con la madre che si era ritrovata, ma questo non cancella ciò che ha fatto ad Amanda Clarke: dal lavaggio del cervello alla bambina, alla lotta degli ultimi anni che ha decretato la morte della vera Emily Thorne e di Aiden. E basta nominare Pascal! Conrad lo ha ucciso, non Emily, mentre Victoria ha soffocato con le sue stesse mani Aiden, la differenza è abissale! Così come lo è dire di aver cercato di far condannare il marito per l’affaire David Clarke, quando la verità è che l’unico scopo di Victoria era liberarsi definitivamente di Conrad e ottenere la piena immunità per la sua complicità! Per fortuna che Margaux lavora nel mondo del giornalismo, non ha ancora capito niente!

Revenge_4x19_JackAmanda

Un episodio ricco di emozioni, dove i flashback la fanno da padrone, senza però renderlo mai noioso; anzi rivivere i momenti che ci hanno condotti fin qui, da quelli belli con Nolan a quelli più drammatici, suona come la giusta celebrazione del percorso di Miss Revenge Emily Thorne. Adesso Emily non c’è più, lo sa Amanda – “(Emily Thorne) was prepared for anything. For the first time I have no idea what’s coming next” – e Nolan cerca di farlo capire a Jack, spronandolo a farsi avanti, di nuovo, con la ragazza a cui aveva dedicato la sua barca – qui i flashback mi hanno uccisa, ricordo ancora quanto fosse stata straziante la puntata in cui era morto Sammy. Al pari di vent’anni fa sembra che Amanda, Jack e David siano pronti a vivere un’estate meravigliosa sulla spiaggia e ogni estate a venire, magari con un bel matrimonio a incorniciare il tutto – mancherebbe davvero solo un bel cucciolotto! Peccato che oltre a Margaux e Victoria, ci sia qualcun altro in agguato che non è ancora soddisfatto dell’addio a Emily Thorne!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *