Sleepy Hollow – 2×02 The Kindred – by R.

sleepy2x02.1

Il piccolo Jeremy Crane ce lo aveva insegnato: se non puoi combattere da solo, creati un amico mostro che lo faccia per te; e la sua versione adulta replica la storia con quella sorta di avatar a cavallo. Ma ora anche il papà si fa il suo mostro personale, il “Kindred”, un ammasso di cadaveri con la testa del Cavaliere senza testa, l’unico essere in grado di contrastare quest’ultimo.

A parte per Jenny che finisce in carcere nel tentativo di aiutare i due testimoni nella creazione del “Kindred”, tutto procede piuttosto facilmente, la nascita di Frankestein era stata più complicata. C’è da dire che gran parte del lavoro l’aveva già fatto Benjamin Franklin, ad Abbie e Ichabod è bastato recuperare la testa del Cavaliere, attaccarla all’ammasso di cadaveri e recitare una formula. Il Kindred si è anche dimostrato piuttosto abile (aveva contro sia l’Horseman of Death che l’Horseman of War) e fedele ai suoi creatori (è subito intervenuto in soccorso di Abbie). Peccato non sia servito a nulla, ovviamente grazie alla solita, inutile Katrina. Il rapporto di Ichabod con la moglie e con Abbie è il vero tema interessante della puntata. L’uomo vuole ritrovare la sua strega, sospettando che il piano del Cavaliere senza testa sia quello di legarla a sé con un rito sigillato nel sangue, è questo a determinarlo nella creazione del Kindred; ma Abbie teme che l’amore per Katrina e la concentrazione sul suo salvataggio siano una distrazione dal vero obiettivo dei due Testimoni. Devo dire che qui la “lef-tenant” mi ha fatta un po’ storcere il naso, dopotutto si tratta di sua moglie, va bene la loro missione di fermare l’Apocalisse, ma non può pretendere che la metta da parte come niente fosse; e Ichabod lo chiarisce subito “I have not forgotten our duty as Witnessess, but I do have another duty to my wife”. Tuttavia poi Crane per avvalorare il suo intento si gioca la carta dell’utilità di Katrina per la loro causa “She is a witch of extraordinary abilities. She could tip the scales of this war on either side”… ma quando mai? Nel ‘700 forse, adesso è l’inutilità impersonificata; il blocco dei suoi poteri causato dal Purgatorio dovrebbe essere cessato con l’uscita da quel mondo, eppure non tenta nemmeno la telecinesi! Se ne sta lì a lamentarsi con Abraham, ma allo stesso tempo ne subisce i banali giochetti mentali: il Cavaliere insinua un maggior interesse di Ichabod per Abbie – provato dal fatto che mentre quest’ultima è già fuori dal Purgatorio, lei è ancora in mano sua – e lei se ne lascia davvero turbare. Figuriamoci, un gentiluomo come Ichabod! E’ vero, il legame con la Mills è sempre più profondo, lei arriva addirittura a dire “My faith in you is my greatest weakness”, spiegando il suo quasi cedere al finto Crane del Purgatorio con “That demon version of you appeared just when that place was about to break me. I’d never been so happy to see anyone in my life”, quasi una dichiarazione d’amore!

Sleepy2x02.2

Ma Katrina resta il grande amore di Ichabod, la donna da cui tutto è iniziato. Tuttavia, sebbene pensi sempre alla salvezza della moglie, Crane chiede ad Abbie “Do you think Katrina is my weakness?”, il “Maybe” con cui gli risponde è la risposta che anch’io avrei dato: da un lato se lo fosse davvero Ichabod l’avrebbe dovuta considerare tale con la stessa certezza con cui Abbie si è pronunciata su di lui – senza bisogno della domanda – dall’altro in Ichabod vedo quell’eroe pronto a sacrificarsi per il bene più grande, anche se questo dovesse significare dire addio alla sua amata. Al generale sfavore verso Katrina contribuisce sicuramente la sua inutilità, dov’è la strega che ha consentito al marito di risorgere creando un legame indissolubile tra lui e il Cavaliere senza Testa? Come se servisse una conferma dell’insensatezza del suo ruolo attuale arriva il flashback sulla creazione del Kindred ad opera di Benjamin Franklin, a cui si vede chiaramente che anche Katrina aveva contribuito, possibile che in tutte quelle visite dall’oltretomba non le sia mai venuto in mente di dirlo a Ichabod? In questa puntata sembra che finalmente faccia qualcosa. Sembra. In realtà non solo la sua decisione di restare col Cavaliere rende vana tutta la fatica fatta da Abbie e Ichabod (anche se immagino che il Kindred gli servirà ancora), ma il suo voler fare la talpa a favore dei due Testimoni è privo di ogni logica: come farà a comunicare con il marito e la Mills visto che non ha più lo specchio di Moloch? Non pretenderà che ogni volta quei due mettano in piedi la pantomima della lotta fra Cavalieri? A questi dubbi si aggiungono da un lato l’irrilevanza della prima informazione che gli ha fornito (non serviva origliare una conversazione tra Abraham e Henry per capire che stavano preparando un nuovo piano per l’arrivo di Moloch sulla Terra!), dall’altro i modi che utilizza per ingannare il Cavaliere: non le sue “grandi abilità” da strega, ma la classica dote femminile della persuasione! Alla fine Katrina si trova in una posizione molto simile a quella della passata stagione: allora era in Purgatorio e comunicava a Ichabod i movimenti di Moloch, ora è nella tenuta di Abraham e dovrebbe spifferare quello che lui e Henry hanno in mente. Vedremo se ci riuscirà! A renderla un po’ meno penosa, la scena dell’addio con Ichabod, che ha dato quel tocco di romanticismo alla loro storia spesso dimenticato.

Sleepy2x02.3

Se Katrina non fosse una fonte di guai sufficiente, arriva Leena Reyes, la nuova Sceriffo, colei che preferisce fare l’elettroshock all’ex Capitano Irving piuttosto di credere che ci possano essere delle spiegazioni soprannaturali agli avvenimenti di Sleepy Hollow. Sinceramente credevo che Irving avrebbe trovato un modo per uscire in fretta di prigione, invece non solo viene spedito in un istituto psichiatrico, ma dovremo ripercorrere tutti i vecchi ostacoli derivanti da un capo ostile e scettico; e cominciamo subito con l’arresto di Jenny! La più giovane delle Mills è però messa meglio di Frank Irving, che si salva dall’elettroshock solo grazie all’arrivo del suo nuovo avvocato: Henry. Il Sin Eater lo inganna, facendogli firmare un documento col sangue, cosa avrà in mente?

Al momento la situazione è abbastanza simile a quella della scorsa stagione: uno sceriffo scettico, Jenny imprigionata, Katrina intrappolata, Abbie e Ichabod che cercano di capire come impedire la resurrezione di Moloch. Il vero elemento che potrebbe smuovere il tutto è Henry, non solo perché è il vero cattivo sulla Terra, colui a cui Moloch si affida, ma soprattutto perché è il figlio di Ichabod e Katrina; lei si è già pronunciata “He’s still our son. He’s been twisted into something dark because he’s suffered and for that I bear more than a measure of responsability. But what kind of mother would I be if I didn’t at least attempt to save him?” mentre Abbie ha suggerito che potrebbe essere Henry la vera debolezza di Ichabod. Ma salvarlo sarà davvero un’opzione possibile?

Merita una menzione a parte la scena di Ichabod in banca, meravigliosa! La predica che l’uomo fa partire da quella penna legata al tavolo – “These people entrust you with their fortune, yet you cannot entrust them with a simple inkwell?” – rimarrà uno dei momenti migliori della stagione, qualunque cosa ci riservi!

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Un pensiero su “Sleepy Hollow – 2×02 The Kindred – by R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *