The Walking Dead – 8×06 The King, The Widow and Rick – Recensione by R.

Questo episodio è una gara a chi prende la decisione peggiore, al termine è difficile decidere a chi dare il non ambito premio. Sicuramente nessuno lo toglie agli sceneggiatori, responsabili di tutto ciò a cui stiamo assistendo con immensa fatica da settimane (per non dire da mesi). Saltiamo da un posto all’altro per quaranta minuti senza che accada nulla di rilevante, senza che si faccia un passo avanti, anzi, se non si rigirano su se stessi, è molto più probabile che facciano salti indietro.

The Walking Dead – 8×05 The Big Scary U – Recensione by R.

Finalmente Negan! Da quando è apparso sui nostri schermi, ogni puntata di The Walking Dead in cui è assente sembra mancare di qualcosa. A maggior ragione dopo quelle deludenti che ci siamo lasciati alle spalle, il suo ritorno è una boccata d’aria fresca. Non sempre gli episodi dedicati ad un unico personaggio sono stati un granché, ma questo ad ora è senza difficoltà il migliore della stagione.

The Walking Dead – 8×03 Monsters – Recensione by R.

I primi tre minuti sono sufficienti per inquadrare questo episodio come pressoché identico ai due precedenti. Discorsi d’incoraggiamento, spari a casaccio, momenti di riflessione forzata. È un po’ come premere il tasto replay da tre settimane. Seguo The Walking Dead da quando ha debuttato, l’ho difeso quando veniva criticato nella seconda stagione, ho fieramente acquistato la action figure di Daryl e mi dispiace che le cose stiano così, ma la parabola negativa sembra non avere pausa né fine.

The Walking Dead – 8×02 The Damned – Recensione by R.

Un videogioco, questo è l’episodio 8×02 di The Walking Dead. Uno sparatutto dove per arrivare al ritrovamento di un oggetto fondamentale o ad una meta, devi abbattere chiunque ti si pari davanti. In genere lì hai una mappa o una bussola che ti permettano di capire dove stai andando e sei pure in grado di riconoscere i tuoi eventuali compagni. In questa puntata no. Anzi, si rafforza il dubbio che la serie in generale non sappia dove arrivare, girando sempre intorno alle stesse cose.