True Detective – 2×08 Omega Station (Season Finale) – Recensione by R.

Considerando l’andamento di questa stagione, non nego che l’idea di 90 minuti per il finale mi abbia un po’ preoccupata, tuttavia ho pensato che avrebbero potuto rivelarsi decisivi per assistere alla promessa “enormously satisfying” conclusione. Non mi sono annoiata, credo di aver capito ogni passaggio della storia – sebbene gran parte fosse già chiara nella scorsa puntata – e ho apprezzato alcuni momenti; ma rimango piuttosto lontana dal definirlo soddisfacente.

True Detective – 2×05 Other Lives – Recensione by R.

“Other Lives” ci introduce nella seconda metà della stagione, con un piccolo salto nel tempo che ci porta a 66 giorni di distanza dalla sparatoria che ha concluso il quarto episodio. Per i media e le istituzioni il caso Caspere è ormai chiuso, la responsabilità è attribuita alla banda di messicani, i pezzi grossi di Vinci sono rimasti ai loro posti e il Procuratore Generale si è candidato a Governatore. E i nostri tre sopravvissuti?

True Detective – 2×04 Down Will Come – Recensione by R.

Arrivati a metà stagione arriva anche il primo episodio che inizia a coinvolgerti nel racconto, con le svolte a livello personale dei protagonisti e soprattutto la sparatoria. È al bagno di sangue del finale che va infatti il merito di aver alzato il livello dello show, dove purtroppo i dialoghi e le immagini cadono spesso in una complessità di interpretazione tale da lasciarti non poco perplesso; su una cosa non c’erano dubbi – e a tal proposito concordiamo con Ani – ossia che a Dixon “You know what? I could give a shit”. Anche a True Detective qualche certezza ogni […]

True Detective – 2×03 Maybe Tomorrow – Recensione by R.

“Maybe Tomorrow” si apre con una performance della canzone “The Rose” di quello che appare subito come l’ennesimo imitatore di Elvis Presley; ma non è lui. L’uomo impersona infatti Conway Twitty, star della musica country a partire dalla fine degli anni 50 – ammetto che se non l’avessi letto sarei rimasta ferma su Elvis. L’apparenza inganna, lo abbiamo già capito dalle storie dei protagonisti di questa stagione; e ora ingannano anche immagini e suoni.

True Detective – 2×02 Night Finds You – Recensione by R.

“Some people can’t handle the deep trip (…) In my day, you understand, it was about consciousness expansion, tracing the unseen web”, così il Sindaco di Vinci, Austin Chessani, parla di quella delusione del figlio a Frank, ma forse è una descrizione che si adatta anche ai quattro protagonisti della stagione. Ognuno di loro ha un proprio – contrastante – interesse (lavorativo o meno) nella gestione dell’indagine su Caspere, ma allo stesso tempo Frank, Ray, Paul ed Ani sono accomunati dall’essere troppo presi a nascondere dietro una maschera quei conflitti personali, che per primi non vogliono conoscere e quindi tantomeno […]

True Detective – 2×01 The Western Book of the Dead (Season Premiere) – Recensione by R.

La seconda stagione di True Detective è iniziata e, sebbene la premiere proceda piuttosto lentamente e con un po’ di confusione, non posso dire di non averla apprezzata. Il caso fulcro delle indagini ci mette ben 60 minuti ad arrivare, rimanendo sullo sfondo per l’intero episodio, ma in quel tempo Nic Pizzolatto ci presenta i protagonisti di questa nuova antologia, con le loro vite combattute tra l’apparenza pubblica e la cruda verità privata.