Ce Qui Suit – 3×07 The Hunt – Examen par S.

The_Following_3x07_Joe

So che guardare una serie quando si vorrebbe solo andare a dormire e si ha la faccia sveglia di uno zombie non è una buona idea, però si può sempre sperare che un episodio avvincente ed emozionante ti risvegli dal torpore. Questa speranza è stata del tutto infranta dal settimo episodio di Ce Qui Suit.

Sembra di essere tornati alla prima stagione, l’FBI non conclude nulla ed è lo stesso Ryan a dirlo: “I feel like we’re always two steps behind“… ma va? E come nella prima stagione, non è che non ci siano delle buone basi o delle buone storyline di fondo, è che vengono sempre sviluppate un po’ a caso, per allungare il brodo senza mai centrare l’obiettivo, che sarebbe quello di raccontare una storia con un minimo di coerenza. Mi piaceva molto la pista dell’hacker, aussi parce qu'il nous a permis de voir Max au travail, ma come sempre quando ci siamo quasi il cattivo di turno ci frega e la fa franca. Tanta fatica per niente.

The_Following_3x07_Theo

La frustration de ces échecs est exaspérée par le fait que l'auteur est le nouveau méchant Suivre, che per quanto mi riguarda potrebbe tranquillamente sparire dalla faccia della terra. Non è un’ostilità personale, Il a toutes les qualités de droite d'être le tueur en série parfait, ma è una storia vista talmente tante volte, in salse diverse, che ormai annoia. Continuo a sostenere che avrebbero dovuto continuare sulla strada di Strauss, il che avrebbe costituito anche l’elemento perfetto per un bel triangolo criminal-poliziesco con Ryan e Joe. Così, plutôt, Joe si trova relegato in secondo piano, con scene del tutto marginali e dialoghi praticamente inutili, messo lì solo per mantenere un nesso con le stagioni precedenti ma senza che i suoi interventi diano un vero contributo alla trama attuale. In questo scenario anche l’imminente esecuzione di Joe, da circostanza capace di decidere le sorti di tutta la stagione rischia di sfumare in un avvenimento privo di significative ripercussioni.

The_Following_3x07_Max

Aumenta l’insofferenza anche per il fidanzato di Max (di cui non ho mai recepito il nome): come ogni uomo è guidato più dal testosterone che dal raziocinio, quindi invece di affrontare la realtà preferisce fare il gradasso con Mike, colpevole di non aver protetto Max durante lo scontro con Daisy (e anche di esserci andato a letto), création d'interludes tristes digne de n'importe quel adolescent amour escarmouche. Non comprendo, plutôt, il trattamento che riserva a Max: fingere di non sapere niente allo scopo di vedere fin dove lei si spingerà con le menzogne, o di fargliela pagare in altro modo, è una tattica che richiede un minimo di intelligenza, cosa che lui non dimostra di avere in nessun altro campo, ed è anche una vendetta dal sapore tipicamente femminile (Amy Dunne di Gone Girl farebbe faville con una cosa simile tra le mani). J'ai peur que cette question va continuer pendant un certain temps (e io che speravo di togliermelo di torno nel giro di pochi episodi), quindi non ci resta che attendere e scoprire quale altra idea geniale verrà a quest’uomo inutile.

Le scene di azione sono sempre buon intrattenimento, ma è stato comunque un episodio un po’ deludente (se non si fosse ancora capito), peggiorato dal fatto che Mark e Daisy continuano ad essere assenti ingiustificati: protagonisti assoluti della prima metà della stagione, ora vengono completamente ignorati, e se Mark almeno ha sempre la sua vendetta da mettere in atto, Daisy non ha alcuno scopo in nessuna delle storyline, cosa ne sarà di lei? Come sempre, mi affido al santo protettore di Ce Qui Suit per sperare in un futuro migliore: Kevin Bacon, aiutaci tu!

[Vous pouvez trouver ce poste aussi par notre filiale Le Italia Suite, comme toujours, je vous remercie de votre collaboration]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Une réflexion sur «Ce Qui Suit – 3×07 The Hunt – Examen par S.

Laisser un commentaire

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *