The Following – 3×14 Dead Or Alive – 3×15 The Reckoning (Series Finale) – Recensione by S.

The_Followin_3x15_Ryan_finale

Dopo tre stagioni dalla qualità altalenante, The Following è giunto al termine: i due precedenti finali di stagione hanno entrambi avuto un certo senso di chiusura, ma il rinnovo della serie ha permesso di continuare a sviluppare la trama; ironia della sorte, adesso che lo show è stato cancellato abbiamo avuto un finale che più aperto non si può, un finale che ci lascia con il desiderio irrealizzabile di una quarta stagione.

Sono stati due episodi pieni di azione, in cui abbiamo ritrovato, come anche la scorsa settimana, certi aspetti tipici della prima stagione: Ryan come scheggia impazzita e Super Agente, l’FBI che se ne sta sullo sfondo ad aspettare lui senza combinare nulla, doppi giochi inaspettati. La resa dei conti tra Theo e Ryan è stata resa molto bene dal punto di vista dell’intrattenimento, un po’ meno da quello dell’evoluzione dei personaggi: la lotta tra i due, infatti, non è nemmeno lontanamente paragonabile a quella con Joe, che aveva portato Ryan ad un profondo cambiamento interiore, ad affrontare e sconfiggere i suoi demoni (almeno per un periodo), mentre con Theo si è trattato solo di dare la caccia al cattivo di turno. L’aspetto emotivo è stato dato solo dalla presenza di Gwen e dalla disperazione di Ryan al pensiero che succedesse qualcosa al bambino, fino alla decisione finale di sacrificare la sua felicità per quella della sua famiglia. Capisco il voler salvare il figlio, ma il fatto che Gwen sia ancora viva mi disturba parecchio. Cos’abbiamo fatto di male per meritarci questo? Avrei preferito un Ryan in lutto perenne, anche alcolizzato, qualsiasi cosa purchè lei morisse. Vedere sacrificato lui in favore di lei mi sembra una profonda ingiustizia, persino Claire era meglio! E per rimpiangere Claire vuol dire che siamo proprio messi male!

The_Following_3x15_Max_Mike_Gwen_hospital_finale

Altra conseguenza negativa di questa conclusione è che, come dicevo, il finale resta aperto, scritto apposta per introdurre una quarta stagione con Ryan nei panni di vendicatore della notte. E invece no, rimaniamo a bocca asciutta. Con la cancellazione della serie, anche la presenza di Eliza non ha alcun senso: è stata la cosa più inutile che si sia mai vista, almeno fino a quando è stato svelato il tradimento dell’agente Campbell; a quel punto lei e il suo misterioso capo hanno finalmente avuto un ruolo, appunto in vista della nuova storyline, era una trama perfetta. Hanno suscitato la nostra curiosità, hanno posto le basi per interessanti novità e alla fine si è rivelato tutto uno specchietto per le allodole. Insomma, è stato un bellissimo finale di stagione ma non un buon finale di serie.

The_Following_3x15_Eliza_finale

Max e Mike sono stati parecchio sacrificati in favore di Ryan, che ha rubato la scena a tutti: lei ovviamente è stata l’unica agente a concludere qualcosa (dall’ospedale e con un tablet, mentre tutti gli altri con i potenti mezzi dell’FBI guardavano gli arcobaleni nel cielo), ma per il resto ha dovuto fare la fidanzata al capezzale dell’amato; e Mike niente, è stato sdraiato con la faccia triste e questo è stato il suo prezioso contributo al grande finale. In questo contesto, anche il fatto che sia salvato e il suo rinato amore con Max hanno perso un po’ di pathos, non mi hanno dato la soddisfazione che mi aspettavo e speravo (cosa che invece c’era stata l’anno scorso con il loro primo bacio).

The_Following_3x15_Max_finale

Purtroppo le lamentele sono ormai parole al vento, non ci resta che farci una ragione di questo finale e ricordare The Following per i suoi momenti migliori: ricorderemo Joe e la sua bromance con Ryan, i gemelli Grey, l’agente Hardy con tutti i suoi drammi interiori. Ricorderemo l’FBI, generalmente presentata come un branco di cerebrolesi armati di pistola, e il fatto che a New York sia molto facile essere un serial killer, perchè basta mettersi una parrucca e si può passeggiare indisturbati. Mentre ci perdiamo tra i ricordi lancio comunque la seguente proposta: che ne dite di un film, per concludere degnamente la storia di Ryan? Non si sa mai, potrebbe ancora morire Gwen!

[Potete trovare questa recensione anche dalla nostra affiliata The Following Italia, che ringrazio per la collaborazione durante questi mesi]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Un pensiero su “The Following – 3×14 Dead Or Alive – 3×15 The Reckoning (Series Finale) – Recensione by S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *