The Walking Dead – 8×11 Dead or Alive oder – Bewertung von R.

Ich hatte die frühere Post, in der Hoffnung kam zu dem Schluss, dass diese Episode nicht nur ein Blitz im Dunkeln war. Ich fürchte, so dass: Diese Episode ist langsam, langweilig, sich wiederholende und konzentrierte sich auf Zeichen davon gibt es nie interessiert ist oder, die sie jeden Reiz verloren haben. Alle denen letzte Woche abwesend waren und deren war absolut fühlte sich das Fehlen.

Almeno fra quelli in fuga di Alexandria c’è Daryl, a cui basta uno sguardo per ricordarti perché non puoi fare a meno di lui, sfortunatamente però questo non basta più. A parte la sopravvivenza della piccola Judith e di Daryl, ci sarebbe importato qualcosa se gli altri fossero stati catturati dai Saviors o sbranati dagli walkers nella palude? Mach Nicht, risposta secca. A malapena sappiamo chi sono e dei tre di cui conosciamo il nome – Rosita, Tara e Dwightsono piena. Forse a dover scegliere fra questi ultimi, opterei per Dwight, la cui capacità di ragionare si è dimostrata più rapida e opportuna di quella delle altre due messe insieme. Tara invece giù dalla torre senza battere ciglio: quando è diventata un personaggio rilevante? Und warum? Prima era una buonista che poteva dare la mano a Jesus e Morgan, poi però Dwight ha ucciso la sua innamorata e allora ogni inclinazione alla pietà è svanita; se anziché a Denise fosse toccato a qualcun altro, dubito fortemente che adesso giocherebbe al giustiziere. A maggior ragione pensando che lei in primis dovrebbe sapere cosa significa trovarsi dalla parte sbagliata; Tara era con il Governatore quando quest’ultimo ha ucciso Hershele Hershel >>>>>>>>>>> Denise – eppure è stata perdonata e accolta da Maggie e Glenn. Coerenza questa sconosciuta. Ovviamente il grande piano di vendetta di Tara rischia di farli beccare dai Saviors, ma Dwight interviene e finisce di nuovo fra i sottoposti di Negan.

Was für ein Pech, se Tara avesse fatto il danno, almeno ci sarebbe stata una svolta divertente. Invece dobbiamo limitarci ad una lavata di capo prima che il gruppo raggiunga Hilltop, dove l’unica veramente colpita dalla notizia della morte di Carl sembra essere quella che lo conosceva meno, Enid. Tara gioca alla giustiziera, Maggie alla leader, di nuovo è posta di fronte al quesito su cosa fare con i prigionieri, se essere umana o spietata. Di fatto però non prende mai mezza decisione che sia sua, sono sempre gli altri a suggerirgliele, poi lei le enuncia con quel tono freddo e impostato che a quanto pare è fondamentale per darle un senso di autorevolezza. Prima aveva dato retta a Jesus sul tenere in vita i Saviors, ora segue addirittura l’imbeccata di un Savior concedendogli qualche minuto al giorno all’esterno del recinto per cure e lavoro. Maggie dovrebbe essere la leader buona, aber nicht zu viel, l’alternativa al dittatore Rick. La differenza però è che Rick è credibile.

Quando compaiono Vater Gabriel e il dottore, ammetto che ho avuto un attimo di esitazione sul dove li avessimo lasciati. Nel Mid-Season finale, in uno dei suoi innumerevoli momenti da banderuola, Eugene li aveva fatti fuggire cosicché potessero raggiungere Maggie ad Hilltop (sparatorie ad ogni angolo e parlano sempre come se solo lei avesse bisogno di cure). Ma la malattiasulla quale i punti interrogativi continuano a non mancaredi Gabriel li rallenta quando quest’ultimo inizia a perdere la vista ed entrambi la strada. Qui è la fede del prete a dominare la storyline, una fede che non lo abbandona nonostante la situazione disperata e che per tre quarti di puntata sembra dargli ragione. Gabriel si lascia guidare da essa, sente uno scampanellio e lo segue convinto che sia un segno di Dio; la spiegazione più logica è un’allucinazione dovuta alla febbre, ma ok, accettiamo e andiamo avanti, anche perché la guida divina sembra proseguire con il ritrovamento di una casa abbandonata, al cui interno un salvadanaio accidentalmente rotto regala a Gabriel gli antibiotici di cui ha assolutamente bisogno. Possiamo prendere tutto per buono, soprattutto nella convinzione che la fregatura sia dietro l’angolo, fregatura che pare materializzarsi negli zombie che attaccano il dottore e nella mancata possibilità di aiuto da parte del prete date le sue difficoltà alla vista. E invece miracolo, Gabriel chiude gli occhi e, come Kate Winslet liberò con un’accetta Leo DiCaprio ammanettato mentre il Titanic affondava, spara colpendo in pieno lo walker. Un salvataggio positivo per la fede del prete, insensato per la narrazione. Quel dottore che prima era il più desiderato da ogni comunità dello show, è diventato inutile con l’arrivo di Siddiq, ossia lo specializzando in medicina salvato da Carl. Al capezzale del ragazzino, Siddiq aveva ripetuto che avrebbe fatto in modo che il suo sacrificio non fosse stato inutile, era quindi immediatamente chiaro che avrebbe assunto un ruolo fondamentale per il parto di Maggie (lo sguardo della donna quando scopre gli studi di Siddiq conferma questo prevedibile sviluppo). Un dottore in più rovinerebbe la piazza all’apporto decisivo di Siddiq, quindi il compare di Gabriel era già condannato. E infatti muore poco dopo. I Saviors trovano lui e Gabriel, ammazzano il primo e portano il secondo all’avamposto che Negan ha affidato a Eugene per fabbricare proiettili. La fede del prete sarà in bilico?

Kommentar Eugene è un farsi del male come seguire le sue scene, la solfa è sempre la stessa: fa lo spavaldo con la ragazza e trema appena Negan gli rivolge la parola. Purtroppo Gabriel non è il tipo capace di andare da Negan a fare la spia sul ruolo di Eugene nella sua fuga.

La puntata si chiude con il nuovo piano di Negan che sembra intenzionato a voler sfruttare le viscere degli walkers come nuova arma contro i nemici. Qual è l’obiettivo, effetto vomito a parte? Infettarli? Quante volte si sono ricoperti di viscere per evitare gli zombie e non è successo niente? L’unico che si è ammalato è Gabriel, il come e perché ancora non ci è stato ben spiegato però. Basterà davvero ferirli con armi piene di viscere? Vedremo, se non altro avremo un po’ di splatter.

Bewertung aller ’ Folge: ♥ – di questo passo la gravidanza di Maggie durerà più di quella degli elefanti

[Dieser Beitrag von unserer Schwester Firma findet sich auch Andrew Lincoln Italien, Ich danke Ihnen für Ihre Mitarbeit]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Hinterlasse eine Antwort

Ihre Email-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind markiert *