The X-Files – 10×05 Babylon – Recensione by R.

TheXFiles_10x05_Mulder

L’idea della cospirazione che sfrutta tecnologie aliene esposta nella premiere ha adattato il mistero alla base delle nove stagioni di The X-Files alla realtà attuale. Questo episodio entra ancora di più nel mondo odierno toccando la tematica terroristica e affrontando questioni anche provocatorie sull’“angry God” della Bibbia e del Corano e sui profondi amore e odio che un essere umano può provare.

È con un attentato terroristico che ha inizio la puntata: due giovani musulmani si fanno esplodere in una galleria d’arte, ma uno di loro sopravvive rimanendo in stato vegetativo. Un incipit di episodio che dà la sensazione di guardare 24 o Homeland, di certo non The X-Files. In realtà per tutti i 40 minuti di messa in onda di The X-Files c’è poco, ad eccezione dei protagonisti e del viaggio allucinogeno di Mulder. Né Jack Bauer né Carrie Mathison ricorrerebbero mai al tentativo di parlare per vie misteriose con un terrorista in stato vegetativo, tuttavia non si può parlare di fantascienza. Non è chiaro come Mulder attraverso l’effetto placebo delle pillole ingerite abbia effettivamente comunicato con il ragazzo o come nei minuti finali abbia udito quel suono, ma rimaniamo comunque lontani dalla tipica atmosfera di The X-Files.

TheXFiles_10x05_MillerEinstein

Contribuisce inoltre a dare un senso di ulteriore estraneità rispetto allo show la comparsa sulla scena di due nuovi agenti dell’FBI, la versione giovane di Mulder e Scully: la scientifica e scettica dottoressa Einstein (Lauren Ambrose) e il “profiler obsessed with paranormal” agente Miller (Robbie Amell); lei ha i capelli rossi, lui è moro, si chiamano per cognome e c’è anche una certa somiglianza fra i nomi: Mulder/Miller, mentre Scully aveva scritto una tesi sul paradosso dei gemelli di Einstein. Dana si offre di aiutare Miller, Mulder Einstein. Ok, per qualche secondo può anche essere carino, per quanto paradossale. Tuttavia dopo la visita nel seminterrato, lo svolgersi della storia è strutturato partendo proprio dai due nuovi agenti: il caso è di loro competenza ed è sui due che si concentrano le scene successive, mentre vediamo Mulder e Scully solo perché intervengono ad assisterli. L’impressione è che Chris Carter (che ha scritto e diretto questa puntata) ce li voglia presentare come gli eredi di Mulder e Scully; la centralità di Miller e Einstein fa quasi pensare che questo episodio rappresenti quello che in serie come Criminal Minds o Grey’s Anatomy ci ha introdotto al mondo dei relativi spinoff (Criminal Minds: Suspect Behaviour e Private Practice). Dobbiamo aspettarci un The X-Files 2.0 guidato da Miller e Einstein? Dopo l’idea di riportare in tv 24 senza Jack Bauer mi aspetto di tutto, ma – in entrambi i casi – è davvero necessario? Il revival è già rischioso di per sé e se con 24 è andata bene e con The X-Files va – anche se a mio parere potrebbe andare meglio dopo il buon inizio – puntare addirittura a dei nuovi protagonisti che sostituiscano dei volti iconici mi sembra davvero fare il passo più lungo della gamba. Inoltre Miller mi pare un po’ mollaccione, Einstein un’insopportabile saccente – pretende pure di saperne più di noi sul rapporto tra Mulder e Scully, come dice la canzone sanremese di Patty Pravo “Ma tu chi seiii? Che cosa vuoiii?”.

TheXFiles_10x05_MulderScully

Mentre Scully intende aiutare Miller ricorrendo alla scienza, Mulder convince Einstein ad assumere dei funghi allucinogeni per entrare in contatto con il terrorista. Al momento ho creduto che la donna avesse ceduto per ripicca contro Miller che era assistito da Scully, poi però si scopre che aveva somministrato a Fox del mero placebo. Perlomeno sappiamo che Mulder è davvero tornato a credere come ai vecchi tempi: nonostante il placebo infatti, si avventura in un trip allucinogeno tra ballo e poker. In qualche modo però questa scena surreale è la più conforme alla mitologia dello show, proponendo oltre al già visto Smoking Man, i tre amici di Mulder, i Lone Gunmen Langly, Frohike e Byers (che quindi tornano per un’apparizione come promesso, ma non resuscitano dopo la morte nella nona stagione). La combinazione effetto placebo-scienza funziona e viene scoperto il covo dei terroristi.

TheXFiles_10x05_LoneGunmen

A colpire emotivamente Mulder, portandolo poi al discorso conclusivo con Scully, è l’amore incondizionato della madre per il figlio terrorista, che all’opposto simboleggia l’odio. L’immagine della madre che sorregge il corpo martoriato del figlio che Fox si trova di fronte nell’allucinazione mi ha richiamato alla mente la locandina del film coreano Pietà, vincitore del Leone d’Oro a Venezia nel 2012 – sul rapporto tra un giovane violento che lavora per un usuraio e la donna che compare all’improvviso sostenendo di essere sua madre – che a sua volta rimanda alla Pietà di Michelangelo.

Ennesimo episodio autoconclusivo quando ormai siamo al finale di questa miniserie evento; ciò che è stato introdotto con la premiere “The Struggle” verrà ripreso solo nella puntata conclusiva, intitolata non a caso “The Struggle II”. Nel mezzo quattro episodi a sé, che seppur apprezzabili (“Founder’s Mutation” spanne sopra a tutti) mi lasciano un po’ l’amaro in bocca: da un lato gli episodi autoconclusivi non sono più la regola delle serie televisive, dall’altro non abbiamo a disposizione una ventina di puntate come accadeva con le stagioni precedenti. E così ci ritroviamo alla soglia della conclusione senza la suspence fra il penultimo e l’ultimo episodio, con tutte le domande sorte nella premiere ancora lì, ma raffreddate. Il promo del finale sembra promettente, però la domanda è se potremo ritenerci soddisfatti di quei 40 minuti d’epilogo. Aspettiamo di vedere la puntata per dare una valutazione, tuttavia c’è già un segno che mi fa storcere un po’ il naso: dal promo si vede che ritroveremo Miller e Einstein, questa idea del passaggio di testimone continua a prendere piede e no, non mi piace. Per fortuna questa puntata è comunque terminata con l’unica vera coppia di The X-Files!

Voto all’episodio: ♥♥♥ TV di qualità

[Questo post lo potete trovare anche presso la nostra affiliata X-Files Blue Book/X-Files Italian Fan Club che ringrazio per la collaborazione]

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrFacebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *